Respinto il ricorso della Lazio: la partita col Torino si deve giocare, la probabile data. Lotito ora si rivolge al Coni

·1 minuto per la lettura

Lazio-Torino si gioca. Questo il verdetto finale da parte della Corte sportiva d’Appello, dopo che è stato respinto il ricorso biancoceleste. Il club capitolino richiedeva il 3-0 a tavolino dopo che la squadra granata non si è presentata allo Stadio Olimpico lo scorso 2 marzo, causa numerosi positivi al Covid.

DA RECUPERARE - Il match tra la squadra di Inzaghi e i granata dovrà essere recuperato, probabilmente il 19 maggio, come appreso da Calciomercato.com: la data è ancora da stabilire. Arrivata dunque la sentenza dopo il ricorso alla Corte Sportiva d’Appello della Lazio, contro la decisione del giudice sportivo Gerardo Mastrandrea di far calendarizzare la partita rinviata per il divieto della Asl al Torino di lasciare la città e raggiungere Roma.

A LOTITO RESTA UN ALTRO RICORSO - La Lega di serie A aveva negato il rinvio del match, ma il giudice sportivo si era pronunciato per la “forza maggiore” negando il 3-0 a tavolino. Ora Lotito si rivolgerà, in sede di giustizia sportiva, per il ricorso al Collegio di garanzia presso il Coni, lo stesso organo che ribaltò i precedenti verdetti del primo e secondo grado e diede ragione al Napoli disponendo il recupero della partita con la Juve dello scorso 4 ottobre.