Serie A, rigore di Immobile nel recupero risponde a Pjaca: 1-1 tra Torino e Lazio

  • Ops!
    Si è verificato un errore.
    Riprova più tardi.
  • Ops!
    Si è verificato un errore.
    Riprova più tardi.
·2 minuto per la lettura
In questo articolo:
  • Ops!
    Si è verificato un errore.
    Riprova più tardi.
  • Ops!
    Si è verificato un errore.
    Riprova più tardi.

Un calcio di rigore di Immobile al primo minuto di recupero evita il ko alla Lazio sul campo del Torino, andato in vantaggio al 31' della ripresa con un gol di Pjaca, appena entrato da due minuti. Granata e biancocelesti pareggiano un match intenso e ben giocato, con tanti duelli interessanti. In classifica i capitolini, che non vincono da quasi un mese, sono settimi con 8 punti, mentre il Toro è nono con un punto in meno.

Poche emozioni e punteggio che non si sblocca nei primi 45'. Gli uomini di Juric e Sarri giocano a viso aperto ma si annullano a vicenda: due squadre corte, ben disposte in campo, che non concedono molto all'avversario. I granata approcciano meglio il match e pressano i capitolini nei primi minuti, costruendo occasioni solo potenzialmente insidiose.

È Immobile al 10', invece, a far tremare i suoi ex tifosi cercando un difficile pallonetto su Milinkovic-Savic, che aveva sbagliato il disimpegno ed era fuori dai pali. I capitolini si affidano soprattutto alle geometrie di Cataldi e alla velocità di Felipe Anderson, che va via spesso a Ola Aina e Rodriguez ma non trova il varco giusto per servire i compagni. Dall'altra parte ci provano Brekalo e Singo, su cui tengono bene Marusic e Hysaj. I padroni di casa provano a forzare nel finale: Sanabria, che aveva dato l'impressione di essere un po' troppo isolato - al pari di Immobile - prima ci prova in diagonale, poi trova Reina a negargli il gol, aiutato dalla traversa su un colpo di testa ravvicinato al 42'.

In apertura di ripresa pericolosa la Lazio: cross basso dalla destra di Felipe Anderson, Pedro in scivolata non ci arriva per un soffio. Al 17' doppia sostituzione nel Toro: in campo Lukic e Ansaldi, fuori Mandragora e Ola Aina. Ottimo il contributo di Ansaldi, vero uomo in più e trascinatore assoluto della squadra di casa. Il pubblico lo osanna, lui lo ripaga con giocate di gran classe sulla sinistra e sfiorando la rete.

L'azione decisiva, però, si sviluppa sulla corsia opposta, dove Singo crossa col contagiri a centro area e trova Pjaca. Il croato, entrato da poco, sovrasta di testa Lazzari e segna l'1-0. Poi sfiora addirittura la doppietta cinque minuti più tardi, quando Reina si supera su una conclusione ravvicinata. La Lazio accusa il colpo e reagisce solo nel finale, quando Immobile colpisce una traversa sugli sviluppi di un corner.

È il preludio del pareggio: follia di Djidji, che abbatte Muriqi in area e consegna a Immobile il sesto gol in campionato. Adesso per Sarri arriva il derby, mentre Juric recrimina per i due punti persi ma si gode una squadra in netta crescita.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli