Serie A, Spadafora invita Figc alla sospensione del campionato

notizie.it
Serie A
Serie A

Il ministro dello Sport Spadafora ha accolto la richiesta del Presidente dell’assocalciatori Damiano Tommasi di fermare la Serie A, e ora passa la palla alla Figc. Martedì convocato un consiglio straordinario in Lega calcio.

Serie A, Spadafora invita alla sospensione

Scorri per continuare con i contenuti
Annuncio

L’emergenza di coronavirus non si placa nemmeno nel mondo del calcio. Nella giornata di domenica 8 marzo sono in programma i recuperi della 26a giornata, in particolare delle partite non dispuatate la settimana precedente, tra cui Juventus-Inter, ma ancora non ci sono certezze sulla disputabilità dei vari incontri.

Il derby emiliano tra Parma e Spal in programma alle 12.30 è stato ritardao alle 13.45, dopo che le squadre erano state richiamate dall’arbitro negli spogliatoi, in attesa di conferme. Tutto questo ha scaturito l’ennesimo dibattito tra il Ministro dello Sport Spadafora e la Figc, che secondo quanto riporat la Gazzetta dello sport dovrebbe concludersi martedì, quando i protagonsiti si inconteranno per prendere la decisione finale sul proseguimento della stagione.

Scontro Figc-assocalciatori

Nella giornata di sabato 7 marzo, in un tweet Damiano Tommasi, presidente dell’assocalciatori ha espresso chiaramente la sua opinione di fermare il campionato, visto che anche i giocatori sono persone e pure per loro la salute deve venire prima di tutto il resto.

Parole che sono state pienamente condivise dal Ministro dello Sport Spadafora che così poi ha dichiarato: “Condivido le dichiarazioni di Tommasi e mi unisco alla sua richiesta. Non ha senso in questo momento, mentre chiediamo enormi sacrifici ai cittadini per impedire la diffusione del contagio, mettere a rischio la salute dei giocatori, degli arbitri, dei tecnici, dei tifosi che sicuramente si raduneranno per vedere le partite, solo per non sospendere temporaneamente il calcio e intaccare gli interessi che ruotano attorno ad esso

“Altre Federazioni hanno saggiamente optato per uno stop per i prossimi giorni. Credo-conclude il ministro- sia dovere del presidente della Figc, Gravina, un supplemento di riflessione, senza attendere il primo caso di contagio, prima di assumersi questa gravosa responsabilità”

Potrebbe interessarti anche...