CALCIOMERCATO:

Serie A - Stramaccioni: “Restiamo con i piedi per terra”

Il tecnico dell’Inter avverte i suoi giocatori in vista della partita contro l’Atalanta. “La Juventus è stata un banco di prova importante – dice Stramaccioni -, ora non dobbiamo farci prendere dall’euforia. Sneijder? Ho un grande rapporto con lui, vuole rientrare presto. Il suo valore no è in discussione”

Eurosport
Serie A - Strama: "E' l'anno zero per tornare grandi"
.

Visualizza foto

"Ho un grandissimo rispetto per l'Atalanta, sta facendo benissimo e ha tanti giocatori di grande qualità".

Così il tecnico dell'Inter, Andrea Stramaccioni, alla vigilia del match in casa dei bergamaschi di Stefano Colantuono. "Sarebbe un errore non rispettare i punti di forza dell'avversario, ma cercheremo di sfruttare i nostri", ha proseguito Stramaccioni che riguardo a Sneijder ha ribadito: "ho un grande rapporto con Wesley, vuole rientrare presto e il suo valore non è assolutamente in discussione".

Detto che per la sua Inter la "Juventus è stata un banco di prova importante", Stramaccioni non vuole che la squadra e l'ambiente si facciano prendere dall'euforia per il successo in casa dei campioni d'Italia e per il secondo posto in classifica. "Siamo all'undicesima giornata, potrebbe essere una trappola farsi prendere da un eccessivo entusiasmo".

"Quest'anno d'accordo con il team manager, Ivan Cordoba, abbiamo varato un regolamento interno condiviso dallo spogliatoio". Cosi' il tecnico dell'Inter, Andrea Stramaccioni, sulla polemica legata a Wesley Sneijder e a Twitter (la moglie dell'olandese si e' lamentata del divieto imposto al marito). "Su questo regolamento vigila il team manager - ha proseguito Stramaccioni -, non si possono esprimere giudizi sul momento della squadra se non con l'autorizzazione del tecnico o del team manager, questo perche' secondo me l'Inter deve comunicare all'esterno in un certo modo. Voi avete saputo di Sneijder ma sono stati multati altri giocatori e altri verranno multati".

Visualizza commenti (65)
  • Ferrero: "Felice che Soriano sia rimasto alla Samp"

    Ferrero: "Felice che Soriano sia rimasto alla Samp"

    Il presidente doriano dà un dieci al mercato Altro »

    Askanews - 33 minuti fa
  • Napoli: sette acquisti e 18 milioni di passivo

    Napoli: sette acquisti e 18 milioni di passivo

    Sette acquisti e 18 milioni di passivo considerando le faticose sistemazioni di Gargano, Inler e Vargas. Soprattutto a marchiare l’estate delle trattative del Napoli ci si è messo il pasticcio che alla fine ha tenuto in blucerchiato Roberto Soriano e in azzurro, da separato in casa, Juan Camilo Zuniga. Ancora una volta si è trattato di un mercato indecifrabile, inadatto a colmare quella lacuna che da anni appesantisce il cammino della squadra: la difesa era il reparto da rivedere, in parte se non addirittura del tutto. ... Altro »

    Sportitalia - 37 minuti fa
  • Formula 1 - Force India: Hulkenberg rinnova sino al 2017

    Formula 1 - Force India: Hulkenberg rinnova sino al 2017

    Il pilota tedesco, recente vincitore della 24 ore di Le Mans, resterà alla guida della monoposto del consorzio anglo-indiano Altro »

    Eurosport - 41 minuti fa
  • Eder dal primo minuto?

    Eder dal primo minuto?

    Due vittorie, contro Malta e Bulgaria, per blindare una qualificazione che resta ampiamente alla portata. Fallire, a Firenze prima e a Palermo poi, non è concesso. Anche perché con la gara contro la selezione maltese, al Franchi, si inaugura l’anno della verità per la Nazionale di Antonio Conte. L’anno che condurrà all’Europeo di Francia 2016. Con un diktat ben preciso che il commissario tecnico ha voluto lanciare per battezzare il secondo segmento del suo biennio. In azzurro solo chi gioca con continuità. ... Altro »

    Sportitalia - 53 minuti fa
  • Roma: tra le regine

    Roma: tra le regine

    Una delle regine del mercato italiano ed esaltata dalla vittoria sulla Juventus. La Roma si gode il momento, con la consapevolezza di aver operato nel migliore dei modi nella sessione estiva sia in entrata che in uscita. I nuovi si sono inseriti benissimo, da Szcehzny a Salah, da Digne a Iago Falque, fino ad arrivare a Dzeko. Serviva un grande centravanti, che potesse consentire di stravolgere in positivo il potenziale offensivo della squadra ed entusiasmare i tifosi ed il bomber è proprio lui, il bosniaco decisivo nella sfida con i bianconeri. ... Altro »

    Sportitalia - 1 ora 8 minuti fa