Sfida “virtualmente” la campionessa olimpica, ma si schianta. Grave

I visitatori del museo possono virtualmente sfidare Cathy Freeman in uno sprint finale di 10 metri. (Credits – Getty Images)

Ha provato a battere la leggendaria Cathy Freeman, ma alla fine del testa a testa si è schiantato contro un muro, riportando gravissime ferite. E’ successo a Melbourne, al museo della scienza, dove tra le diverse attrazioni c’è un enorme schermo – lungo 10 metri – dove si può vedere la campionessa olimpica Cathy Freeman impegnata nella prova dei 400 metri di Sydney 2000. La gara che la forte atleta australiana vinse, entrando nella leggenda del suo Paese.

Ma l’attrazione principale è che i visitatori del museo non solo possono vedere la progressione della Freeman, ma possono sfidarla in uno sprint finale di 10 metri. Un testa a testa cui non ha saputo rinunciare Dean Smith, 43enne australiano, che ha ‘sfidato’ la campionessa olimpica. L’uomo, però, si è fatto prendere troppo dall’entusiasmo agonistico e non si è accorto che alla fine della ‘gara’ non c’era – come sullo schermo – una pista dove rallentare, ma un muro. E si è andato a schiantare con forza contro.

Un impatto violentissimo con la testa che ha causato all’uomo lo schiacciamento di una vertebra, la frattura di un’altra, di una costola e dell’osso occipitale. Non solo, perché l’uomo a causa dell’incidente ha subito un infarto e ha avuto un serio trauma psicologico. Secondo la moglie l’uomo sarebbe stato a un passo dalla morte nelle 24 ore seguenti all’incidente – avvenuto lo scorso luglio – e anche i paramedici accorsi hanno dichiarato che Dean Smith è sopravvissuto miracolosamente all’incidente.

Ora, però, l’uomo e la moglie hanno deciso di fare causa per negligenza al Museums Board di Victoria, l’organizzazione che ha in gestione, tra gli altri, lo Scienzeworks di Spotswood, un sobborgo di Melbourne. “Nelle prime 24 ore dopo l’impatto è stato a un passo dalla morte. Non vogliamo che ad altri possa capitare quel che è successo a lui. Né vogliamo che altri bambini debbano essere spettatori di una scena così straziante” ha dichiarato la moglie Rachel. Gli Smith chiederanno i danni, non quantificati dalla stampa australiana, ma soprattutto chiederanno che venga abbattuto il muro contro cui Dean si è schiantato e che venga garantita maggior sicurezza per chi, in futuro, vorrà sfidare Cathy Freeman al museo.

Usando Yahoo accetti che Yahoo e i suoi partners utilizzino cookies per fini di personalizzazione e altre finalità