De Siervo: 'C'è un piano per colmare il gap con Premier e Liga, il nuovo Governo deve aiutarci con gli stadi'

L'amministratore delegato della Serie A Luigi De Siervo ha fatto il punto sul momento del calcio italiano nel corso del Social Football Summit 2022 in corso a Roma: "In questo nuovo Governo serve un ministero dotato di portafoglio, per questo allo politica dico di guadare allo sport, come detto dal Coni. Se vogliamo ospitare l'Europeo, o qualcosa di più, dobbiamo prima avere gli stadi; chiedere al Governo di nominare un commissario agli stadi, è l'unico modo per superare l'ostacolo della burocrazia. Dobbiamo chiedere aiuti ma anche gli strumenti giusti per agire; quando eravamo sul tetto del mondo abbiamo perso l'occasione di affermarci come leader di mercato, ora stiamo pagando le conseguenze".

STADI - "C'è anche un problema di infrastrutture: sbagliamo quando diciamo di portare i grandi eventi per avere gli stadi, dovrebbe essere il contrario. E' chiaro che non abbiamo i ricavi della Liga o della Premier League, inutile dirlo; ma abbiamo bisogno degli strumenti per arrivare a quei livelli. Per colmare la distanza serve un supporto nella costruzione degli stadi e contrastare la pirateria, che negli ultimi tre anni ha fatto un danno di più di 1 miliardo".

DIRITTI TV - "Entro la fine di questa stagione vorremmo assegnare il triennio dei diritti tv, danto un segnale di maturità: sarebbe un record. Se ne parla spesso, ma noi siamo in grado di produrre, realizzare grafiche e il prodotto Serie A negli ultimi anni è cresciuto molto anche grazie a un lavoro extra campo".