Sinisa Mihajlovic vince il Premio Leggenda ai Gazzetta Sports Awards

Sinisa Mihajlovic Leggenda
Sinisa Mihajlovic Leggenda

Sinisa Mihajlovic ha vinto il Premio Leggenda ai Gazzetta Sports Awards, il Gran Galà che ha premiato i migliori sportivi dell’anno. Tanta l’emozione dell’allenatore che è stato accolto da un lungo e commosso applauso con una standing ovation da parte del pubblico.

Mihajlovic vince il premio Leggenda

Scorri per continuare con i contenuti
Annuncio

Accolto sul palco del vicedirettore della Gazzetta dello Sport Andrea di Caro, Sinisa ha preso il premio e ringraziato per il conferimento con queste parole: “Grazie mille, questo è un premio prestigioso. Mi fa onore e piacere. Un po’ di rischio c’è, ma ne vale la pena“.

Ha poi iniziato a ricordare alcuni momenti della sua carriera da calciatore. Uno di questi è il pallone di pelle comprato da suo padre, che ricorda di aver ricoperto la crema per ammorbidirlo. Poi la sua prima scarpa e la vincita della Coppa dei Campioni con la Stella Rossa, cosa che gli ha permesso di entrare nella storia del calcio slavo. Il quarto e ultimo episodio che ha ricordato è stato quando ha giocato con Mancini.

E’ poi passato a ripercorrere la sua storia da allenatore, dichiarando di aver iniziato a fare quel lavoro grazie a Mancini e che una delle soddisfazioni più grandi è stata fare il c.t. della sua nazionale. Altri momenti che ha ricordato sono stati il suo arrivo al Milan, alla Sampdoria e Bologna. “Lo scorso anno abbiamo fatto un mezzo miracolo“, ha concluso.

Impossibile poi non toccare la malattia che ha scoperto di avere, su cui ha pronunciato parole confortanti: “Si vede il sole, siamo alla fine del tunnel.” Ha rivelato che l’affetto ricevuto l’ha aiutato molto e che ha continuato a fare il suo lavoro perché questo lo faceva sentire vivo. “Non vedevo l’ora di vedere l’allenamento dei miei in diretta in tv dall’ospedale. Sono cose che mi tenevano in vita“.

Potrebbe interessarti anche...