Sinner si arrende a Miami, ma diventa numero 22 del mondo

Red
·2 minuto per la lettura
Image from askanews web site
Image from askanews web site

Roma, 5 apr. (askanews) - "Congratulazioni Hubie, in questi 10 giorni hai mostrato tutto il tuo talento. Hai davanti un grande futuro. Spero che giocheremo ancora il doppio insieme". E ancora "Grazie al mio team, lì nell'angolo. Le ultime due settimane sono state importanti perché abbiamo migliorato molto. Oggi non è stata la nostra giornata, ma voglio ringraziarvi e ringrazio tutti quelli che guardano da casa. Torneremo più forti". Jannik Sinner nella finale del Master mille di Miami si è dovuto arrendere all'amico Hubert Hurkacz, il polacco che l'ha battuto 7-6 (4) 6-4 in un'ora e 44' per al termine di un match che lascia non pochi rimpianti. Sinner ha avuto la grande occasione per far girare il match in suo favore sul 6-5 e servizio nel primo set ma ha avuto un passaggio a vuoto che gli è costato carissimo, soprattutto a livello mentale.

Sfuma così la possibilità di essere il secondo italiano, dopo Fognini (2019 Monte Carlo) a conquistare un Master 1000. In questo caso in Florida. Florida che il 19enne altoatesino ha ringraziato al termine del match. "Avete riportato il pubblico, per noi giocatori è importante sentire i tifosi. Grazie al torneo e a chi è venuto". Sinner comunque si consola con il fatto che guadagna 9 posizioni mondiali passando dal numero 31 al numero 22 del mondo. E nella race, la classifica che a fine anno qualifica i migliori 8 per il Masters di Torino, Sinner è già numero 7 del mondo. Una settimana d'oro quella del ragazzo di Sesto Pusteria, protagonista del futuro che inciampa sul più bello in Florida come era accaduto a due miti del tennis: qui, rispettivamente nel 2002 e nel 2005, furono anche Roger Federer e Rafael Nadal a raggiungere e perdere la loro prima finale in un 'Mille'. Nel giro di poco più di due anni ed un mese, Sinner ha scalato oltre 300 posizioni nel ranking: nel febbraio 2019, vincendo il Challenger di Bergamo, si era portato al numero 324 ATP.

E l'Italia stabilisce un nuovo record piazzando 10 giocatori tra i primi 100 del mondo nel ranking Atp che verrà pubblicato domani mattina. I fantastici 10 sono Matteo Berrettini numero 10, Fabio Fognini numero 18, Jannik Sinner numero 22, Lorenzo Sonego 34, Stefano Travaglia 68, Salvatore Caruso 87, Lorenzo Musetti 90, Gianluca Mager 91, Marco Cecchinato 93 e Andreas Seppi 96. Meglio dell'Italia solo la Francia e la Spagna con 11 top cento.