Sirene spagnole per Donnarumma: lo vuole il Barcellona

·2 minuto per la lettura

Si prospettava una storia d'amore lunga e proficua, ma il matrimonio tra il Milan e Gianluigi Donnarumma è arrivato al termine. La sensazione era ormai nell'aria, ma in una diretta Twitch sul canale del club, Paolo Maldini ha annunciato ufficialmente che Gigio non rinnoverà il suo contratto e che lascerà la squadra a fine giugno.

Donnarumma aveva esordito con i rossoneri quando aveva ancora 16 anni, lanciato nella mischia da Siniša Mihajlović che ne aveva intuito il potenziale. Con il passare degli anni, è diventato sempre più un punto fermo della rosa, arrivando addirittura a indossare la fascia di capitano diverse volte. Tutti i tifosi milanisti vedevano in lui una nuova bandiera del club; forse anche lo stesso Paolo Maldini che ne ha annunciato l'addio.

Il contratto di Gigio scade a giugno e per rinnovarlo Mino Raiola ha chiesto 12 milioni di ingaggio, una cifra ritenuta troppo alta per il tetto salariale del Milan. Maldini non voleva lasciar partire il ventiduenne e per questo si era spinto fino a 8 milioni, ma il potente procuratore è rimasto inamovibile sulle sue richieste. Le trattative si sono protratte per mesi, così la dirigenza ha deciso di mobilitarsi acquistando Mike Maignan dal Lille e sancendo ufficiosamente l'addio di Donnarumma.

Mike Maignan, nuovo portiere del Milan | PHILIPPE HUGUEN/Getty Images
Mike Maignan, nuovo portiere del Milan | PHILIPPE HUGUEN/Getty Images

Come abbiamo detto, l'annuncio della separazione è arrivata ieri via Twitch, dove Maldini ha però ringraziato il portiere per il rispetto nutrito nei confronti del club. Nessun rancore, solo amarezza per una storia che sarebbe potuta andare diversamente.

Donnarumma è ora chiamato a disputare un Europeo, dopodiché potrà concentrarsi sul suo futuro. Come riporta la Gazzetta dello Sport, la principale pretendente per il classe '99 sarebbe la Juventus che però non si muoverà fin quando non troverà una nuova guida tecnica. A questo proposito ad avere la meglio potrebbe essere il Barcellona, al quale Raiola ha già offerto in precedenza il giocatore. Il portiere blaugrana Ter Stegen sembra non avere un bel rapporto con Leo Messi che - si sa - è decisivo per stabilire chi parte e chi resta. Tutto però è da rimandare, visto che il Barça dovrà prima trovare una sistemazione al tedesco.

Segui 90min su Facebook.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli