Slavia Praga-Inter, Lukaku vittima di cori razzisti: "La UEFA faccia qualcosa"

Nella serata di ieri ci sono stati dei cori verso il belga, che ha risposto ai tifosi dello Slavia dopo il goal poi annullato: "E' successo due volte"
Nella serata di ieri ci sono stati dei cori verso il belga, che ha risposto ai tifosi dello Slavia dopo il goal poi annullato: "E' successo due volte"

Nuovo episodio di razzismo, questa volta in Champions League, con protagonista Romelu Lukaku. Il centravanti dell'Inter è stato vittima di cori razzisti dai tifosi dello Slavia, ai quali ha risposto con ampi cenni dopo aver realizzato il goal del teorico raddoppio, poi annullato con l'ausilio del VAR per concedere il rigore ai cechi.

A confermarlo, anche se da casa in tv non si è sentito nulla, è stato lo stesso Romelu Lukaku nel post-partita ai microfoni di 'Esporte Interativo'.

"Già quando ero in Nazionale ho detto che secondo me l'UEFA dovrebbe fare qualcosa, perché siamo nel 2019 e questo cose non possono più succedere negli stadi. Ho ricevuto cori razzisti due volte, la prima volta all'iniziale goal segnato da Lautaro Martinez. Si tratta per quanto mi riguarda di cattive persone, che danno anche un brutto esempio ai bambini. Io aspetto che intervenga la UEFA".

Romelu Lukaku in questa stagione era già stato purtroppo bersagliato da insulti razzisti durante Cagliari-Inter, in Serie A.

 

Scorri per continuare con i contenuti
Annuncio

Potrebbe interessarti anche...