Sogno del Napoli, problema al Real: ora James Rodriguez cerca squadra. E in Serie A...

Napoli lo aspettava, lo sognava, lo desiderava. Ma alla fine, James Rodriguez, è rimasto al Real Madrid. Di ritorno dal Bayern Monaco, complice l'ottimo rapporto con Carlo Ancelotti il club partenopeo ne ha parlato sia con il giocatore che con il club spagnolo, senza però trovare la formula giusta per la fumata bianca definitiva. E così il colombiano è rimasto al Real, ma la stagione, fin qui, ha regalato più ombre che luci. 

I NUMERI - Nove presenze totali, 7 in Liga e 2 in Champions, 1 gol e 1 assist, e un infortunio al legamento collaterale che lo sta tenendo ai box dal 30 ottobre. Dopo le difficoltà iniziali, ora la squadra di Zidane ha trovato la sua squadra e sembra non esserci più posto per l'ex Porto e Monaco, pronto a rientrare a metà dicembre. E il mercato può essere, nuovamente, una via d'uscita importante.

IL FUTURO - E' vero che James sta bene in Spagna, nonostante non abbia il posto assicurato, ma va anche registrato il messaggio di Carlos Queiroz, commissario tecnico della Colombia. "​Un calciatore è nato per giocare a calcio, un cantante per cantare e un ballerino per ballare" quello lanciato in estate; ora, privatamente, con una telefonata, il ct dei Cafeteros ha detto al 16 del Real di lasciare il club per giocare con continuità, anche in vista della prossima Copa America. Accostato, in Spagna, alla Juventus, con i buoni rapporti tra bianconeri e Mendes che possono fare la differenza, e al Napoli, in ottica di uno scambio con Fabian Ruiz, oggetto del desiderio madridista, c'è da sottolineare l'interessa della Premier League, con l'Arsenal che lo monitora da tempo, oltre al Manchester United. Premier o Serie A, dopo aver vinto in Bundesliga, una cosa è certa: James deve lasciare il Real Madrid. Sfilarsi la camiseta, non per esultare ma per cambiarla. 

 

Scorri per continuare con i contenuti
Annuncio

Potrebbe interessarti anche...