Solido e spietato: il solito Atletico Madrid 'spaventa' la Champions

L'Atletico Madrid accede alle semifinali di Champions per la terza volta negli ultimi 4 anni al termine di 180' in stile Simeone. E' la volta buona?

Terza semifinale di Champions League negli ultimi quattro anni per l'Atletico Madrid di Diego Simeone che, pur non convincendo mai del tutto gli esteti, deve ormai essere considerato di diritto tra le grandi d'Europa.

D'altronde i Colchoneros, nello stesso periodo, per ben due volte sono addirittura arrivati in finale dove hanno dovuto arrendersi ai cugini del Real non senza combattere.

Questo però potrebbe davvero essere l'anno giusto per l'Atletico, fin qui parecchio fortunato anche nel sorteggio dove ha pescato prima il Bayer Leverkusen e poi il Leicester, due avversarie sicuramente alla portata della squadra di Simeone.

Il tutto nonostante nelle quattro sfide a eliminazione diretta i Colchoneros hanno offerto un po' di spettacolo solo in Germania dove sono riusciti a battere le Aspirine per 2-4 prima dello scialbo 0-0 ottenuto al ritorno. Durante i 180' contro il Leicester, invece, l'Atletico è tornato quello degli ultimi anni. Solido, spietato e vincente.

Ecco perchè adesso i Simeno boys rischiano seriamente di diventare una mina vagante per tutte le pretendenti alla finale di Cardiff dove gli spagnoli sognano di arrivare e alzare per la prima volta al cielo l'agognata Champions.

Usando Yahoo accetti che Yahoo e i suoi partners utilizzino cookies per fini di personalizzazione e altre finalità