Sondaggi elettorali, ecco cosa dicono i dati

Giorgia Meloni, il suo Fratelli d'Italia guadagna consensi (Photo by Marco Cantile/LightRocket via Getty Images)
Giorgia Meloni, il suo Fratelli d'Italia guadagna consensi (Photo by Marco Cantile/LightRocket via Getty Images)

Sondaggi elettorali sempre più frequenti quando mancano dieci giorni alle elezioni regionali in Emilia-Romagna e Calabria (si voterà domenica 26 gennaio).

LEGGI ANCHE: Che cosa fanno i figli dei politici italiani?

Scorri per continuare con i contenuti
Annuncio

Lega stabilmente al primo posto nelle preferenze degli italiani se si andasse oggi al voto (forbice di consensi tra il 32,9% e il 29%, a seconda dell’istituto demoscopico di rilevamento). In ripresa il Partito Democratico (dal 20% al 18,4%), mentre continuerebbe il calo dei consensi nei confronti dei 5 Stelle che rischierebbero di scendere sotto il 15%.

VIDEO - Le donne di Silvio Berlusconi

Altro dato significativo: tra il 35% e il 40% degli aventi diritto è indeciso o si asterrà dal voto alle prossime elezioni.

Swg per La7

Vola il centrodestra secondo i dati raccolti dall'istituto diretto da Enzo Risso. Se si votasse oggi la coalizione formata da Lega, Forza Italia, Fratelli d'Italia e Cambiamo! raggiungerebbe infatti il 50,1%.

La Lega il partito più votato, stabile al 32,9% delle intenzioni di voto, con Fratelli d'Italia al 10,4%, Forza Italia al 5,8% e Cambiamo! all'1%.

Nella maggioranza buon salto in avanti del Partito Democratico che dal 17% dell'ultima rilevazione passa al 18,4%, mentre continua l'emorragia di voti del Movimento 5 Stelle (dal 15,7% al 15,2%). Sostanzialmente stabili Italia Viva, di Matteo Renzi, dal 4,7 al 4,8%, e +Europa (1,6%). Crescono i Verdi (2,2%, +0.2).

LEGGI ANCHE: Genitori dei politici, ecco chi sono

EMG Acqua per Agorà

Nel sondaggio realizzato da EMG Acqua per Agorà (Rai 3) tra gli elementi di novità si registra il calo di consensi della Lega rispetto alla settimana precedente. Il Carroccio, pur confermandosi primo partito con il 30%, registrerebbe un calo di 0,4 punti percentuali. In crescita il Partito Democratico (20%).

A livello di coalizioni va tuttavia rilevato che a compensazione della lieve flessione della Lega, ci sarebbe l'incremento di Fratelli d'Italia, ormai costantemente sopra il 10% (questa settimana all'11%). Nel centrodestra Forza Italia perderebbe 0,3% rispetto a sette giorni fa, attestandosi al 6,7%. Con Cambiamo! di Giovanni Toti all'1,1% la coalizione di centrodestra raggiungerebbe quota 48,8%.

Il Movimento 5 Stelle, terza formazione nelle intenzioni di voto, si attesta al 15,6% (-0,3%), mentre restano sostanzialmente invariate le percentuali per quanto riguarda le altre forze politiche: Italia Viva di Matteo Renzi al 4,6%, Azione di Carlo Calenda al 2,8%

Stabile anche la percentuale degli indecisi e di coloro che dichiarano di volersi astenere: il 40,9% degli aventi diritto.

VIDEO - Salvini prende in giro il papa

Ixè per Cartabianca

In leggero calo la coalizione di centrodestra per l'istituto demoscopico Ixè (commissionato da Cartabianca, Rai 3) rispetto alla prima rilevazione del 2020. In questo caso infatti il centrodestra arretrerebbe di quasi un punto percentuale, attestandosi al 47,7%: in particolare la formazione guidata da Matteo Salvini avrebbe il 29% (-0,5%), Forza Italia il 7% (-0,3%), Fratelli d'Italia il 10,9% (+0,2%), Cambiamo! di Giovanni Toti lo 0,8%.

Stabile, tra le forze di maggioranza, il Partito Democratico (20%), in calo il Movimento 5 Stelle con il 15,9% (-0,3%), mentre Italia Viva guadagnerebbe 0,6 punti percentuali portandosi così sopra al 4,2%.

Più basso, rispetto a EMG Acqua, il livello di indecisi e astenuti secondo Ixè: 35,8%.

Potrebbe interessarti anche...