Sondaggi politici: Lega in calo, ecco chi ne approfitta

Nuovi sondaggi politici ridisegnano gli equilibri all’interno della maggioranza e dell’opposizione. Dopo una settimana ricca di eventi, dalla polemica sulla casa dell’ex ministra Trenta, passando per l’arresto della deputata Lara Comi alla sentenza Cucchi condita di polemiche tra la sorella Ilaria e il leader della Lega Matteo Salvini, ecco come cambiano le preferenze degli italiani e chi voterebbero in un’eventuale tornata di elezioni politiche.

Il sondaggio Swg

Scorri per continuare con i contenuti
Annuncio

Secondo le intenzioni di voto degli italiani espresse nell'ultima indagine realizzata da Swg, la Lega perderebbe mezzo punto percentuale portandosi al 34%. Restando nel centrodestra, Fratelli d’Italia resterebbe stabile al 9,5%, mentre Forza Italia recupererebbe lo 0,2% attestandosi pertanto al 6,4%. Aggiungendo anche Cambiamo! (1,1%), la coalizione di centrodestra comprendente i partiti di SalviniMeloniBerlusconi e Toti avrebbe il 51% delle preferenze (era il 51,5% la settimana scorsa).

Nell’area di governo, invece, a una crescita di 0,4 punti del Movimento 5 Stelle (16,2%) si contrappone un calo dello 0,3% per il Partito Democratico (18,3%) e dello 0,6% per Italia Viva (5,0%).

LEGGI ANCHE - Voto Rousseau, M5S correrà alle regionali

Crescono anche le liste minori del centrosinistra, da Sinistra Italiana-MDP-Art. 1 (3,3%) che guadagna lo 0,3% su base settimanale, ai Verdi (2,3%) con lo 0,4% e +Europa (1,7%) con lo 0,2%.

Il 37% del campione si è astenuto.

GUARDA ANCHE - 5 curiosità su Rousseau, la piattaforma del M5S

Il sondaggio Ixè

Per Ixè invece il centrodestra nel suo complesso otterrebbe esattamente il 50,0% dei consensi: in particolare, all’interno della coalizione si registrerebbe una perdita della Lega (31,9%) di 0,7 punti percentuali, mentre Fratelli d’Italia crescerebbe di 0,3 punti e arriverebbe a sfiorare la doppia cifra (9,9%). Torna a crescere lievemente Forza Italia (7,5%), mentre sarebbe in leggera diminuzione Cambiamo! di Giovanni Toti, ferma allo 0,7%.

Tra le forze governative, il Partito Democratico di Nicola Zingaretti accorcerebbe le distanze nei confronti della Lega anche grazie ad un lieve incremento di 0,2 punti, attestandosi così al 21,2%. Italia Viva si attesterebbe al 4,6% (+0,3). Rispetto alla scorsa settimana, rimane invece invariata la percentuale del Movimento 5 Stelle (16,3%).

LEGGI ANCHE - Conte irrompe in diretta e sfida Fiorello

Tra le forze minori del centrosinistra, +Europa avrebbe il 3,1% dei consensi (+0,4%), mentre sarebbero in leggero calo La Sinistra ed Europa Verde, che otterrebbero rispettivamente l’1,7% e l’1,1% (-0,1% e -0,2%).

Ad astenersi, nel sondaggio dell’istituto Ixè, sono il 37,2% del campione.

GUARDA ANCHE - Curiosità sul movimento delle “sardine”

Il sondaggio EMG Acqua

Nelle intenzioni di voto elaborate dall’istituto EMG Acqua diretto da Fabrizio Masia la Lega di Matteo Salvini scenderebbe dell’0,4%, rimanendo comunque la prima forza politica del Paese col 32,6%. Nel resto del centrodestra, Fratelli d’Italia di Giorgia Meloni (9,5%) calerebbe dello 0,3%, la stessa percentuale sarebbe invece recuperata da Forza Italia (7,7%).

LEGGI ANCHE - Di Maio: "M5s è in difficoltà, lo ammetto"

Nell’area della maggioranza di governo, il Partito Democratico torna 20,0%. In calo invece Italia Viva di Matteo Renzi, ora al 5,2%. Il Movimento 5 Stelle, invece, sarebbe stabile al 16,1%, stessa percentuale di due settimane fa.

Gli indecisi e astenuti sarebbero il 40,7% del campione.

GUARDA ANCHE - Salvini alle “sardine”: “Adoro anche pesciolini e pescioloni”

Potrebbe interessarti anche...