Sorpresa Sette Camara, correrà nel Super Formula in Giappone

Marcus Simmons
motorsport.com

Quest'ultimo ha perso il posto in seguito alla decisione della Motopark di metterlo alla porta a causa di un conflitto di interessi per via di alcuni sponsor, dunque assieme a Charles Milesi vedremo in azione il pilota di riserva della Red Bull Racing in Formula 1.

Sette Camara è al debutto nella serie, ma con Motopark ha già corso in FIA Formula 3 European Championship nel 2015 e 2016, anno in cui è entrato a far parte del programma Red Bull Junior perdendo però subito questa possibilità senza aver mai vinto una gara e terminando 11° a fine anno.

Nel 2017 è tornato con Motopark per la gara di Macao, comandata dall'inizio fino all'ultima curva, quando andò a sbattere. Successivamente il brasiliano ha ricominciato con McLaren, che gli ha dato modo di prendere parte alla Formula 2; nel 2019 ha finito quarto. Quest'anno doveva approdare in IndyCar Series alla Carlin, che però gli ha preferito Felipe Nasr per quello che doveva essere il round d'apertura a St. Petersburg.

Scorri per continuare con i contenuti
Annuncio

“Sono convinto che questa sia la direzione migliore per la mia carriera - afferma Sette Camara - Il Super Formula ha le vetture più veloci dopo la Formula 1 e i team lavorano ad altissimo livello. Ringrazio B-Max e Motopark per questa occasione, ho già corso con loro in passato e sono sicuro che potremo fare belle cose anche in questa serie".

Timo Rumpfkeil, responsabile della Motopark, ha aggiunto: "Sono lieti di dare il bentornato a Sergio nel nostro team. Non ha bisogno di presentazioni, è uno dei migliori talenti che ci sono in giro e sarà un piacere lavorare con un pilota delle sue qualità. Fra noi e Sergio c'è già stata una storia, ha corso due anni in Europa con noi e poi in F3 a Macao nel 2017, quindi è come riaverlo a casa. Conoscerlo sarà un bel vantaggio per noi, così come per lui, potremo ambire ad un alto livello fin da subito".

La Motopark è passata al Super Formula nel 2019 in collaborazione con B-Max portando sul podio Lucas Auer ed Harrison Newey.

“L'esperienza dello scorso anno ci sarà utilissima, ma c'è ancora tanto da imparare e lo stiamo facendo. Lo sviluppo della macchina durante l'inverno è proseguito bene e sono convinto che ci presenteremo al via della stagione in una buona posizione".

Potrebbe interessarti anche...