Sousa applaude la sua Fiorentina: "Orgogliosi fino alla fine. Dortmund? Mi piace allenare"

Paulo Sousa conferma l'assenza di Gonzalo Rodriguez in Fiorentina-Empoli: "E' importante per noi, ma dobbiamo giocare senza paura".

Vittoria in extremis per la Fiorentina sul campo del Crotone, che permette alla squadra viola di avere ancora qualche speranza di poter agganciare la zona Europa League.

Al termine del match è intervenuto ai microfoni di Rai Sport il tecnico della Viola Paulo Sousa. "Credo siano stati tre punti meritati, anche se come al solito abbiamo sprecato troppe occasioni da goal, dobbiamo essere più precisi. Pareggi per Inter e Lazio? Pensiamo solamente alla nostra di strada. Mi è piaciuto però che la squadra abbia cercato la vittoria fino alla fine e ci abbia creduto. Vinciamo ogni partita per poter essere sempre competitivi, alla fine poi tireremo le somme di quello che è accaduro".

Nessuna voglia di commentare le voci che lo vorrebbero come prossimo allenatore del Borussia Dortmund. "Se mi piacerebbe allenare il Borussia Dortmund? Mi piace allenare, faccio questo mestiere. In questo momento sono molto contento di quello che stanno cercando di dare i miei giocatori, ossia il massimo. Sono molto orgoglioso di vedere in ogni singolo giocatore lo spirito giusto".

E nessuna tirata particolare d'orecchie a Kalinic per alcune occasioni sprecate: "E' sempre un giocatore dalla grande professionalità, dopo aver avuto alcune occasioni è riuscito a segnare. Speriamo si sia tenuto gli altri goal per le prossime partite. Parliamo comunque di un giocatore evoluto".

Usando Yahoo accetti che Yahoo e i suoi partners utilizzino cookies per fini di personalizzazione e altre finalità