Spalletti mastica amaro: "Roma, due punti persi importanti"

Prevista per domani la conferenza di addio di Spalletti alla Roma: "Il mio rimpianto più grande è non aver mai vinto il campionato".

Il pareggio maturato in casa contro l'Atalanta priva di Gomez rischia di costare caro alla Roma. La squadra giallorossa, che ormai vede sempre più lontano il sogno Scudetto, rischia di essere avvicinata questa sera dal Napoli che, in caso vittoria, si porterebbe ad appena 2 punti di ritardo.

Ai microfoni di 'Mediaset Premium' è impietosa l'analisi di Luciano Spalletti: "Nel primo tempo abbiamo fatto girare palla lenta e senza fare uno sviluppo veloce, nel secondo abbiamo fatto molto meglio e avremmo meritato sicuramente di più però la squadra deve fare di più. Rimpianto? Rischiano di essere due punti persi importanti, contro queste squadra in casa devi riuscire a vincere".

La Roma non si è espressa al meglio, ma il tecnico non se la sente di fare rimproveri pubblicamente: "Se ho da dire qualcosa alla squadra non vengo a farlo davanti la televisione, la squadra per me ha grande potenzialità, è forte, ma dobbiamo imparare a gestire meglio le situazioni".

Il divorzio a fine stagione prende sempre più forma... "A Roma vincere uno scudetto vale come 5 da altre parti? Non lo so se è così, dico che a qui ho trovato la possibilità di lavorare e ce l’ho messa tutta. Il risultato non è buonissimo ma nemmeno da buttare via, alla fine tireremo le somme e ci prenderemo le responsabilità".

Infine Spalletti prova a giustificare alcune mancanze tattiche: "La squadra ha anche difficoltà, non avendola fatta giocare sempre allo stesso modo, a volte con la difesa a 3, altre a 4, non ho avuto modo di lavorare su distanze, misure e schemi tattici precisi. Altre squadre che giocano sempre allo stesso modo hanno questa possibilità, l’aver cambiato spesso non ci ha fatto diventare specifici per le nostre qualità".

Usando Yahoo accetti che Yahoo e i suoi partners utilizzino cookies per fini di personalizzazione e altre finalità