Un 'disturbatore' viene invitato a scendere in campo a Wimbledon: risate a non finire

Samuele Prosino

Quante volte è capitato di andare ad assistere a una partita e di aver sentito, a fianco, persone che a voce sembrano saperla più lunga di chi è in campo? Tifosi che, con piglio da saccentoni, commentano in lungo e in largo dicendo cosa sarebbe stato giusto fare. Tifosi che, a gran voce, urlano da bordo campo consigli evidentemente non richiesti.

A Wimbledon è accaduto che uno di questi tifosi è stato invitato a scendere in campo a giocare, in modo da poter dimostrare se era effettivamente in grado di provare coi fatti la propria esperienza tennistica. Lo scenario è la partita amichevole di doppio femminile tra Kim Clijsters e Rennae Stubbs contro Conchita Martinez e Andrea Jaeger.

Chris Quinn, il disturbatore di Wimbledon insieme alle giocatrici

Il tifoso, l’irlandese Chris Quinn, aveva urlato dalle seggiole verso Kim, chiedendole come mai non fosse andata al centro del campo per battere il servizio. La pluricampionessa belga allora gli ha detto “vieni in campo allora”, e lui non si è fatto pregare.

Chris Quinn viene invitato a scendere in campo

Da quel punto, sono state solo risate. Chris, vestito con maglietta verde e pantaloncini blu, non sarebbe potuto scendere sull’erba inglese secondo le rigide regole sul vestiario. Allora dalla borsa del merchandising sono state trovate una maglietta bianca e una… gonna dello stesso colore.

Il fisico scultoreo di Chris Quinn

Una volta vestito a modo il tifoso, Kim ha servito a buona velocità – non al massimo delle sue potenzialità, s’intende – e Chris è riuscito addirittura a rispondere in un’occasione! Per il resto, però, ha dimostrato che un conto è parlare dagli spalti, un altro è scendere in campo e giocare per davvero! Sul web tantissimi i commenti sullo humour della Clijsters e soprattutto di Chris Quinn, che ha accettato bonariamente di farsi prendere in giro dalle vere giocatrici, seppur non più in attività.

Per godersi tutta la scena ecco il video postato dall’account ufficiale di Wimbledon:

Usando Yahoo accetti che Yahoo e i suoi partners utilizzino cookies per fini di personalizzazione e altre finalità