Squalifica Messi, Maradona: "Io non c'entro, hanno visto tutti cos'ha fatto"

Dopo la squalifica di quattro giornate rifilata a Messi, Maradona replica così: "Le parole sono state forti ma cercherò di parlare con Infantino".

Mentre il Barcellona si è detto "indignato" per la squalifica di 4 giornate inflitta dalla FIFA a Lionel Messi, per gli insulti rivolti dal numero 10 dell'Argentina alla terna arbitrale al termine del match vinto contro il Cile venerdì scorso e valido per le qualificazioni a Russia 2018, Diego Armando Maradona non trova motivi per difendere la stella dell'Albiceleste, ma si difende dalle accuse di essere stato lui a manovrare nell'ombra per far squalificare l'attaccante argentino sulla base delle immagini televisive.

Maradona è molto vicino al presidente della FIFA Gianni Infantino mentre non corre buon sangue con Marcelo Tinelli, recentemente nominato presidente della Commissione delle Selezioni Nazionali della Federcalcio argentina, e secondo i rumors circolati subito dopo la squalifica sarebbe stato proprio l'ex 'Pibe de Oro' a muovere i fili per la sanzione a Messi così da 'colpire' indirettamente proprio Tinelli.

Voci che però Maradona respinge con fermezza... "Io sono stato il calciatore più preso di mira dalla FIFA - ha detto l'ex 'Pibe de Oro' ai microfoni di 'Radio La Red' - Ora non ho nulla a che vedere con quanto successo, non sapevo nemmeno che Messi fosse stato squalificato".

Comunque sia, Maradona non se la sente di difendere il numero 10 della nazionale argentina... "Che li abbia insultati l'abbiamo visto tutti - ha affermato Maradona - Anche Ibrahimovic è stato punito in base alla prova tv per la gomitata durante la partita del Manchester United e lo hanno squalificato per tre giornate".

L'assenza di Messi è un brutto colpo per l'Argentina, che nella prima partita senza il suo fuoriclasse, martedì in Bolivia, ha rimediato una sconfitta che complica il cammino verso la qualificazione ai Mondiali; Messi sarà assente per squalifica anche contro Uruguay, Venezuela e Perù e tornerà, a meno di un accoglimento del ricorso presentato dall'Argentina, solo per il match con l'Ecuador, ultima gara del girone.

Usando Yahoo accetti che Yahoo e i suoi partners utilizzino cookies per fini di personalizzazione e altre finalità