Squalificati di Serie A: un turno per Rudiger e Conti

Potrebbe rientrare Kucka, pupillo di Gasperini, nell'operazione Conti: nel frattempo si complica l'affare Biglia, l'alternativa è Badelj.

La 34esima giornata di campionato non ha regalato grossi episodi al Giudice Sportivo Gerardo Mastrandrea, che ha dovuto semplicemente registrare le squalifiche di ben quindici giocatori della Serie A, cinque dei quali per espulsione diretta, mentre gli altri 10 per essere arrivati al numero massimo di ammonizioni consentite prima dello scatto della squalifica.

Il Giudice Sportivo, dopo le partite del 34° turno di serie A, ha infatti squalificato per una giornata i seguenti calciatori: Davide Astori (Fiorentina) , Fabio De Paoli (Chievo) , Juraj Kucka (Milan) , Sulley Muntari (Pescara) , Antonio Rudiger (Roma), Andrea Conti (Atalanta), Lorenzo Crisetig (Cagliari), Diego Falcinelli (Crotone) , Remo Freuler (Atalanta) , Massimo Gobbi (Chievo), Kalidou Koulibaly (Napoli) , Diego Laxalt (Genoa) , Jeison Murillo (Inter) , Ilija Nestorovski (Palermo) , Marco Parolo (Lazio).

Per due turni, invece, è stato fermato il centrocampista della Roma Kevin Strootman per condotta gravemente antisportiva "in occasione della concessione di un calcio di rigore durante un azione di gioco al 44' del primo tempo".

Sporcano ancora il calcio che conta episodi di razzismo. Il giudice sportivo, infatti, è stato costretto a sanzionare anche Inter e Lazio con una gara con un settore chiuso, anche se le sanzioni però sono state sospese per un anno. I cori erano rivolti al difensore del Napoli, Koulibaly, mentre quelli partiti nel derby erano riferiti a Mario Rudiger. Nessuna sanzione nei confronti della Roma per i cori nei confronti di Keita.

Per quanto concerne le società sono state sanzionate con un'ammenda per 15.000 euro il Genoa e per 10.000 euro l'Inter a causa del comportamento dei propri sostenitori.

 

Usando Yahoo accetti che Yahoo e i suoi partners utilizzino cookies per fini di personalizzazione e altre finalità