Stadio Maradona, assessore Borriello: "Invito? Ho scritto a De Laurentiis, non ha mai risposto"

  • Ops!
    Si è verificato un errore.
    Riprova più tardi.
  • Ops!
    Si è verificato un errore.
    Riprova più tardi.

Lo stadio San Paolo di Napoli è stato intitolato Stadio Diego Armando Maradona, dopo la scomparsa del Pibe de Oro nei mesi scorsi. La struttura è di proprietà del Comune di Napoli che ha commentato la querelle con la SSC Napoli. Ciro Borriello, Assessore allo Sport del Comune di Napoli, ha parlato a Radio Kiss Kiss Napoli. Ecco le sue parole.

Napoli?

"Mi dispiace se il Napoli si indispettisce per un evento formale. Ho chiamato e incontrato anche il Napoli che era informato. Parteciperanno 500 bambini. Sarà una manifestazione formale".

L'invito alla squadra?

"Non abbiamo pensato minimamente di invitare la squadra ma qualcuno della società poteva accogliere l'invito. Sono in cima agli invitati per questa inaugurazione. L'amichevole è in programma il 31 luglio. A De Laurentiis ho scritto il 28 maggio, non mi ha mai risposto".

Aurelio De Laurentiis | Marco Luzzani/Getty Images
Aurelio De Laurentiis | Marco Luzzani/Getty Images

L'attesa?

"Abbiamo aspettato alcuni mesi per l'inaugurazione della targa e della statua di Diego che ci è stata donata e il 29 lo faremo insieme ai bambini. Questa amministrazione si è fatta promotrice dell'intitolazione dello stadio a Maradona. Il Napoli sta facendo una polemica politica raccontando solo una parte della verità" riporta calciomercato.com.

La data?

"La data scelta, il 29, era stata individuata anche perché in quel giorno c'è la pausa del ritiro tra Dimaro e Castel di Sandro in modo da facilitare la presenza della SSC Napoli. Per noi è più importante la presenza di De Laurentiis che della squadra".

Segui 90min su Telegram per rimanere aggiornato su tutte le ultime novità di Serie A.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli