Stefanos Tsitsipas pronto a diventare il numero uno del mondo

notizie.it
Tennis, Mouratoglou: “È giusto che Tsitsipas mostri le sue emozioni”
Tennis, Mouratoglou: “È giusto che Tsitsipas mostri le sue emozioni”

Doveva essere il 2019 il suo anno ma, dopo il gran risultato agli Australian Open dove si è spinto fino alle semifinali, la stella di Stefanos Tsitsipas non ha più brillato. Nonostante le brutte prestazioni negli Slam il tennista ellenico si è comunque tolto la soddisfazione di aggiudicarsi le ATP Finals. Proprio in virtù di questo risultati molti addetti ai lavori lo hanno già catalogato come il prossimo numero 1 del mondo. Il 2020 sarà l’anno della definitiva consacrazione? In molti se lo augurano.

Le emozioni di Tsitsipas

Scorri per continuare con i contenuti
Annuncio

Attualmente ricopra la sesta del ranking mondiale e non ha mai fatto mistero di considerare Roger Federer il suo idolo di infanzia. Proprio per questa sua grande ammirazione Tsitsipas avrebbe deciso di adottare il rovescio ad una mano. Una cosa lo accomuna al suo idolo d’infanzia: il fatto si non avere paura a mostrare le proprie emozioni. In molti infatti hanno ancora nella testa le lacrime di Stefanos quando perse in cinque set da Stan Wawrinka al Roland Garros.

Le parole di Mouratoglou

Il suo allenatore da molti anni è Patrick Mouratoglou che non ha lesinato grandi complimenti per il tennista greco: “Ha creato il suo mondo e mi piace il fatto che mostri agli altri le sue emozioni. È il tipo di ragazzo che piangerebbe durante una conferenza stampa perché ha perso una partita importante ed è giusto che lo faccia. Alcune persone ritengono che non dovrebbe piangere, io invece penso che sia grandioso. Condividi il tuo stato d’animo con le persone. Ama così tanto questo sport ed è importantissimo per lui vincere, è super ambizioso e lo dimostra. Quando sono su un campo da tennis insieme a lui, non avete idea di quanto io mi diverta. Il modo in cui gioca a tennis è semplicemente incredibile. La sua personalità è molto diversa da quella di chiunque altro” – ha concluso il coach di Serena Williams.

Potrebbe interessarti anche...