Stipendio Paulo Dybala: quanto guadagna l'attaccante argentino della Juventus?

  • Ops!
    Si è verificato un errore.
    Riprova più tardi.
·1 minuto per la lettura
  • Ops!
    Si è verificato un errore.
    Riprova più tardi.

La militanza in Serie A di Paulo Dybala, tra Palermo e Juventus, dura ormai dal 2012 e ha visto la Joya aumentare sensibilmente, nel corso delle stagioni, l'ammontare dei propri guadagni grazie a un naturale avanzamento di status, dal promettente giovane in rosanero a una solida realtà del calcio italiano in bianconero, al netto degli alti e bassi degli ultimi anni. Ma quanto guadagna nel dettaglio Paulo Dybala?

Esultanza per Dybala | Jonathan Moscrop/Getty Images
Esultanza per Dybala | Jonathan Moscrop/Getty Images

Quanto guadagna Paulo Dybala in un anno?

Lo stipendio annuale di Paulo Dybala con la Juventus ammonta a 7,3 milioni di euro, cifra che lo rende il terzo giocatore più pagato dall'intera rosa bianconera, alle spalle di Cristiano Ronaldo e dell'olandese de Ligt. Si tratta del sesto calciatore argentino più pagato al mondo e del sesto giocatore più pagato dell'intera Serie A.

Quanto guadagna Paulo Dybala in un mese?

Spostando il punto di vista, non più sulla stagione intera ma sul singolo mese, vediamo come Paulo Dybala guadagni 608mila euro, corrispondenti a 142mila euro a settimana e a poco più di 20mila euro al giorno.

Paulo Dybala | MIGUEL MEDINA/Getty Images
Paulo Dybala | MIGUEL MEDINA/Getty Images

Quando scade il contratto di Paulo Dybala?

L'attuale accordo che lega l'attaccante argentino alla Juventus è stato siglato nell'aprile 2017 ed è un quinquennale, la scadenza dell'accordo avrà dunque luogo il 30 giugno del 2022. Un solo anno, insomma, alla fine dell'accordo, aspetto che di certo spiega i frequenti riferimenti ad un rinnovo, un nuovo contratto che sancirebbe anche un aumento di ingaggio.

Segui 90min su Instagram e Twitch!

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli