Storie di sponsor nel calcio: l'espansione Siemens a livello mondiale

·4 minuto per la lettura

Uno degli sponsor commerciali più in voga nel calcio nei primi anni 2000 è stato Siemens, soprattutto attraverso la divisione Siemens Mobile, azienda produttrice di telefoni cellulari. Tra l'azienda tedesca e diverse società di calcio europee (e non solo) sono nate partnership molto importanti e in Italia diversi club hanno usufruito del denaro e delle tecnologie messe a disposizione dalla multinazionale.

Per onor di cronaca, è giusto sottolineare che Siemens è l'azienda madre "attiva nei settori delle tecnologie, della mobilità e dei servizi" (citando Wikipedia), mentre Siemens Mobile è la divisione che fino al 2005 - poi acquisita dalla taiwanese BenQ e fallita due anni dopo - era "specializzata nella produzione di telefoni cellulari" (sempre citando Wikipedia). Perciò sono stati presi in considerazione solamente i club che hanno avuto partnership dirette con l'azienda madre Siemens o con la divisione dedicata ai telefoni cellulari.

Il ruolo di main sponsor di Siemens

Gli anni d'oro di Siemens sono stati sicuramente i primissimi anni 2000. L'exploit dei telefoni cellulari e dei servizi legati al mobile hanno portato la multinazionale tedesca ad avere tanta liquidità, in parte investita in operazioni di marketing nel mondo del calcio. Si contano almeno sei club che fino al 2005 - anno della vendita a BenQ - hanno avuto come main sponsor (sponsor principale, quello visibile sulla maglietta) la scritta Siemens Mobile.

La Lazio per esempio, ha avuto una partnership di rilievo con Siemens Mobile dal 2000 al 2003. Tre stagioni che hanno portato nelle casse del club biancoceleste non meno di 17 miliardi di vecchie lire annui, con ricchissimi bonus legati ai risultati (circa il 40% dell'intero accordo era legato ai risultati sportivi).

Allontanandoci dall'Italia, sempre nei primi anni 2000 Siemens Mobile era presente anche sulle maglie di Olympiakos, Sparta Praga e Bordeaux. Ma non solo. L'azienda tedesca firmò una partnership quadriennale con i danesi dell'Aalborg con un investimento da poco più di due miliardi di vecchie lire. Sono 3 i milioni di euro investiti invece per apparire sulle maglie del Cruzeiro per due anni. Per ultimo, ma non per importanza (anzi!), c'è il Real Madrid. Dal 2002 al 2005 i Blancos, nel pieno dell'era Galacticos, hanno strappato dalle casse di Siemens ben 14 milioni di euro annui.

Il Real Madrid con il main sponsor Siemens | Etsuo Hara/Getty Images
Il Real Madrid con il main sponsor Siemens | Etsuo Hara/Getty Images

La presenza in Italia

Siemens non ha lavorato solamente a livello di main sponsor. Anzi... La multinazionale tedesca ha legato il proprio nome ad altri cinque importanti club italiani dei primi anni 2000. Si tratta di Inter, Juventus, Milan, Napoli e Parma.

Con questi club sono stati stretti accordi di co-sponsorizzazione. Ciò ha permesso a Siemens di essere presente ovunque, tranne che sulle maglie da gioco. Nei cartelloni pubblicitari, nelle aree hospitality negli stadi, nella comunicazione mobile. L'azienda produttrice di telefoni cellulari si è resa protagonista di iniziative fuori dagli stadi, come il Siemens Day organizzato in occasione di un Milan-Lazio, con giochi per bambini all'esterno del Meazza, oltre a gadget e accessori regalati all'ingresso dello stadio milanese.

Le partnership a livello mondiale di Siemens

Prima di catapultarci nelle tantissime co-sponsorizzazioni europee, torniamo per un istante in Brasile. Oltre all'accordo - già citato - con il Cruzeiro, Siemens legò il proprio nome anche al Corinthians. Non come main sponsor ma come sleeve jersey (sponsor presente sulla manica della maglia).

La multinazionale tedesca ha sottoscritto una serie di co-sponsorizzazioni con diversi club europei. In Inghilterra ha legato il proprio marchio a Chelsea, Leeds, Liverpool, Manchester City e Sunderland; in Olanda invece a Ajax e Feyenoord, in Germania a Amburgo, Bayern Monaco, Borussia Dortmund e Hertha Berlino; in Francia a Lens, Lione e Paris Saint-Germain. Siemens ha stretto delle partnership anche con tre campionati nazionali, ossia Premier League, Liga e Premier League russa, e con la Polonia (inteso come nazionale).

L'accordo tra Liverpool e Siemens Mobile firmato nei primissimi anni 2000, era legato alla produzione di un telefono cellulare a edizione limitata con il logo del club inglese. Più articolata invece la partnership con il Bayern Monaco, oltretutto molto più recente e firmata con l'azienda madre Siemens. Nel 2017 infatti la multinazionale tedesca diventa Performance Partner dei bavaresi per tre stagioni. Questo accordo ha permesso al Bayern di usufruire delle più innovative tecnologie (relative - come si legge in un articolo di Calcio & Finanza - allo sviluppo e all’implementazione di software centrati sul risparmio energetico e su tutte le tecnologie utili a migliorare lo stadio e il rapporto con i tifosi) di Siemens per il centro sportivo, gli uffici e per l'Allianz Stadium, sede delle partite casalinghe della squadra tedesca.

Testimonial

Chiudiamo il cerchio con il testimonial per eccellenza di Siemens Mobile: Ronaldo, Il Fenomeno. Nel 2005 l'azienda tedesca sigla una sponsorizzazione con l'ex attaccante brasiliano per la realizzazione di un cellulare a edizione limitata: il Siemens CX65 Ronaldo Limited Edition. Nel dispositivo c'era la sua firma nella parte posteriore e una serie di sfondi personalizzati, mentre nella confezione era inclusa una fotografia del giocatore (autografata) e un piccolo pallone.

LEGGI ANCHE

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli