Stramaccioni bloccato in Iran, clima più sereno

webinfo@adnkronos.com
Adnkronos

Clima più sereno sulla vicenda di Andrea Stramaccioni, l'allenatore bloccato in Iran a causa del visto turistico scaduto. A quanto apprende Aki-Adnkronos International il caso - del quale si sta occupando l'ambasciata italiana - non si è ancora sbloccato, ma sono iniziati i colloqui tra l'avvocato ed il procuratore del mister romano, e l'Esteghlal, il club di Teheran, di proprietà statale, con il quale l'ex tecnico dell'Inter ha un contratto di due anni. 

Stramaccioni, che ha ripreso a guidare gli allenamenti, punta a risolvere in fretta la questione burocratica dopo il divieto di partire per l'Italia che gli è stato imposto la scorsa settimana. Il mister, che ha fornito tutta la documentazione necessaria per ottenere il permesso di lavoro, è tranquillo anche perché è stata immediata la collaborazione tra l'ambasciata italiana e le autorità iraniane per regolarizzare la sua posizione nella Repubblica islamica. 

Il club di Teheran da diversi episodi non sembrerebbe in sintonia con l'allenatore romano - scelto dall'ex ds della squadra - ma per Stramaccioni le dimissioni non sono un'opzione, come da lui stesso dichiarato nell'ultima conferenza stampa soprattutto per il forte legame creato con squadra e tifoseria. 

Scorri per continuare con i contenuti
Annuncio

Potrebbe interessarti anche...