Sui diritti tv la svolta è vicina: DAZN in netto vantaggio rispetto a Sky, domani può essere la giornata decisiva

Niccolò Mariotto
·1 minuto per la lettura

Dopo settimane di assemblee, tensioni e tira e molla la tanto attesa fumata bianca è ormai dietro l'angolo: la giornata di domani può essere finalmente quella decisiva per l’assegnazione dei diritti TV del campionato di Serie A per il prossimo triennio 2021-2024. A riportare la notizia è La Gazzetta dello Sport.

Diletta Leotta | VINCENZO PINTO/Getty Images
Diletta Leotta | VINCENZO PINTO/Getty Images

L'offerta da 840 milioni di euro da parte di DAZN (più alta e consistente rispetto a quella di Sky che è ferma a 750 milioni) ha la preferenza della maggior parte delle squadre e nell'assemblea della Lega Serie A di domani potrebbe come detto arrivare la svolta decisiva: per vincere l'emittente britannica ha bisogno di 14 voti, soglia che potrebbe essere finalmente varcata.

Atalanta, Fiorentina, Verona, Inter, Juventus, Lazio, Milan, Napoli, Parma e Udinese nelle precedenti assemblee hanno già espresso la propria preferenza per DAZN e molti tra i restanti club che fino ad oggi si sono sempre astenuti nel votare per strategia sostengono la proposta dell'emittente londinese. In questo senso la svolta è ormai vicinissima. Staremo a vedere come si evolverà la situazione.

Segui 90min su Facebook, Instagram e Telegram per restare aggiornato sulle ultime news dal mondo della Serie A.