Suning, Alibaba e il governo di Jiangsu, l'accordo è vicino: la situazione

·1 minuto per la lettura

Arrivano notizie importanti sul fronte societario dell'Inter, anche se indirettamente visto che riguardano il gruppo Suning di Jindong e Steven Zhang che controlla il pacchetto di maggioranza del club nerazzurro. Ora come ora l'Inter sta navigando - finanziariamente - in acque agitate, tanto che la controllante cinese ha chiesto (e ottenuto) un prestito al fondo Oaktree di 270 milioni di euro per risolvere i problemi di liquidità, dando però in pegno le azioni del club nerazzurro.

Jindong e Steven Zhang | Emilio Andreoli/Getty Images
Jindong e Steven Zhang | Emilio Andreoli/Getty Images

Tornando alle novità che riguardano Suning Bloomberg ha spiegato come il colosso Alibaba Group Holding Ltd. e il governo provinciale di Jiangsu (l'altra squadra che fu della famiglia Zhang) siano vicini ad un accordo che possa portare all'acquisto di una partecipazione nel ramo di vendita al dettaglio del gruppo Suning attraverso un nuovo consorzio. Ma c'è di più, perchè se l'accordo andrà in porto Zhang non avrebbe più il controllo della società.

Nel frattempo, spiega fcinternews.it, le azioni di Suning sono sospese dallo scorso 16 giugno in attesa di un importante annuncio su queste questioni, con il titolo che a Shenzhen è crollato in borsa da circa 8 anni. Sin da quando un tribunale di Pechino ha congelato circa 3 miliardi di yuan (al cambio 464 milioni di euro) di azioni in mano a Zhang che rappresentano il 5,8% di Suning.com. Una scelta arrivata dopo che i creditori hanno deciso di estendere a 2,89 miliardi di yuan il bond per Suning Appliance Group Co., di proprietà di Zhang e del co-fondatore Bu Yang.

Segui 90min su Instagram.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli