Suning vuole tenere l'Inter: investitori americani pronti a versare 250 mln, nel mirino il 31% di LionRock

Stefano Bertocchi
·1 minuto per la lettura

Boccata d'ossigeno importante per l'Inter dopo che Suning ha saldato gli stipendi di gennaio e risolto le pendenze con gli altri club rispettando le rigide scadenze imposte dalla Uefa. Come riferisce oggi La Gazzetta dello Sport, l'attesa si sposta ora a maggio: in quel mese la squadra di Conte potrebbe essere vicina allo scudetto, mentre a livello societario potrebbero avvenire i cambiamenti di cui si parla da settimane.

Steven Zhang | Lars Baron/Getty Images
Steven Zhang | Lars Baron/Getty Images

L'intenzione del gruppo di Nanchino è di conservare la maggioranza delle quote del club nerazzurro, lasciando in vendita il 31% strategico di LionRock. E in questo scenario "tanti soggetti hanno trovato interessante la proposta di investimento presentata da Goldman Sachs, banca scelta da Suning come advisor nella sua divisione asiatica (e che sarà impegnata nei dossier per il rifinanziamento dei bond da 375 milioni complessivi in scadenza al 31 dicembre 2022)", sottolinea la rosea.

Con Pif in stand by per motivi geopolitici e Fortress in attesa, sembra prendere sempre più corpo l'idea di alcuni investitori americani che, attraverso uno o più fondi, sarebbero pronti a mettere sul tavolo un assegno non molto distante dagli ormai famosi 250 milioni di euro. In questo caso si dovrebbe passare attraverso un iniziale nuovo finanziamento a cui poi seguirebbe l’acquisto di quote azionarie, propedeutici per mettere le mani sul 31% di LionRock Capital.

Segui 90min su Facebook, Instagram e Telegram per restare aggiornato sulle ultime news dal mondo dell'Inter e della Serie A.