Superlega, Cannito: "Pressione opinione pubblica molto forte, è stato un messaggio di snobismo"

webinfo@adnkronos.com (Web Info)

"A mio avviso la pressione dei tifosi, dell'opinione pubblica è stata molto forte. Il messaggio che è arrivato, sbagliatissimo, da parte di coloro che si sono occupati della comunicazione è stato un messaggio di snobismo sulla grandeur delle squadre più grandi e più ricche. Noi quindi... ce la cantiamo e ce la giochiamo". E' quanto ha dichiarato all'Adnkronos il regista e coreografo Luciano Cannito, alla guida a Roma dell'Art Village sul progetto, ormai sospeso, della Superlega.

"La politica e lo sport hanno fatto squadra per arginare questa operazione che avrebbe creato un grave danno all'Uefa - ha continuato il direttore artistico del Roma City Ballet Company- Da un lato, a mio avviso, è stata una battaglia di potere, dall'altro un errore clamoroso di comunicazione mediatica. Non si può fare come si vuole solo perchè si ha potere. Quanto accaduto mi ha fatto piacere perchè vuol dire che esiste un limite".

"E non nascondiamocelo - ha concluso Luciano Cannito - hanno fatti tutti una gran figuraccia, la peggiore l'hanno fatta il Real Madrid e la Juventus. In molti chiedono la testa di Andrea Agnelli".