Superlega, Ceferin: "Real, Juve e Barcellona sono terrapiattisti"

webinfo@adnkronos.com (Web Info)
·1 minuto per la lettura

Real Madrid, Juventus e Barcellona "pensano che la Terra sia piatta e credono che la Superlega esista ancora". Aleksander Ceferin, presidente della Uefa, prosegue la sua offensiva mediatica nei confronti delle società che hanno creato la Superlega e ancora non hanno abbandonato il progetto. In un'intervista al Mail on Sunday, Ceferin elogia il premier britannico Boris Johnson, determinante per minare la Superlega, e riserva un trattamento speciale ai 6 inglesi, che hanno abbandonato la competizione tra comunicati di scuse e pentimento. "Ognuno sarà ritenuto responsabile. Vedremo in che modo", dice senza sbilanciarsi sulle eventuali sanzioni-

"Ma per me -aggiunge- c'è una differenza chiara tra i club inglesi e le altre 6 società". I club della Premier League "si sono ritirati per primi, hanno ammesso di aver commesso un errore. Bisogna essere speciali per dire 'Ho sbagiato'. Per me, tra queste 12 società ci sono 3 gruppo. I 6 club inglesi che sono usciti per primi, poi altri 3 (Atletico Madrid, Inter e Milan) e poi quelli che pensano che la Terra sia piatta e che la Superlega esista ancora". Quando si tratta di indicare le sanzioni per i ribelli, Ceferin fa melina: "Non voglio parlare di processo disciplinare ma è chiaro che ognuno dovrà essere ritenuto responsabile in maniera diversa. E' una questione disciplinare? E' una decisione dell'esecutivo? Vedremo, è troppo presto per dirlo".