Superlega: il Tribunale di Madrid si rivolge alla Corte Europea

·1 minuto per la lettura

Il Tribunale di Madrid si è rivolto alla Corte di Giustizia Europea, presentando una domanda pregiudiziale per la questione della Superlega (come riportato da Tuttosport). Le squadre rimaste all’interno di questa competizione sono infatti opposte in tribunale a UEFA e FIFA. Proprio verso queste due federazioni è rivolta l’accusa di aver violato le regole dell’Unione Europea sulla concorrenza. La Corte dovrà quindi interpretare le norme attuate nella procedura. In più le sue dichiarazioni saranno vincolanti per il giudice nazionale e per gli altri giudici dell’Ue che potrebbero trovarsi invischiati in una vicenda simile.

La Corte avrà l’onere di capire e di dire se, secondo il diritto europeo, UEFA e FIFA hanno abusato della posizione dominante sul controllo dei diritti tv e sull’organizzazione dei vari tornei. La richiesta del Tribunale di Madrid è se, per le regole dell’Unione Europea, l’opposizione e la proibizione di UEFA e FIFA nei confronti di eventi come la Superlega siano legittime.

Anche la regolarità delle sanzioni annunciate dalle due federazioni internazionali dopo la nascita della Super League viene messa in dubbio dal giudice spagnolo. In aprile, infatti, il tribunale di Madrid si era pronunciato sospendendo ogni tipo di sanzione contro i club ancora dentro la Superlega: Barcellona, Juventus e Real Madrid. Ciò ha consentito a quest’ultimo di partecipare senza problemi alla semifinale di Champions League.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli