Superlega, vertice dei club di Serie A

webinfo@adnkronos.com (Web Info)
·1 minuto per la lettura

E' in corso l'Assemblea della Lega di Serie A. In sede è presente solo l'amministratore delegato Luigi De Siervo, mentre le venti società sono tutti collegati in video-conferenza. Presenti anche i tre club italiani tra i fondatori della Superlega: Inter, Juventus e Milan.

La nuova competizione - che sta scuotendo il calcio del vecchio continente - potrebbe prendere il via nel 2022 o nella prossima stagione, provocando senza i club più blasonati uno svuotamento di valore per la Champions League, fiore all'occhiello delle coppe europee. Per questo la Uefa minaccia sanzioni durissime e, in un fronte unito con le federazioni nazionali, prospetta l'esclusione dei club secessionisti dai rispettivi campionati.

Intanto, secondo quanto quanto riferisce Jesper Moller, membro dell'esecutivo Uefa, all'emittente danese 'Dr', Real Madrid, Manchester City e Chelsea saranno probabilmente espulse dalle semifinali di Champions dopo l'adesione alla Superlega. "I club devono andarsene e mi aspetto che accada venerdì. Poi dovremo vedere come finite il torneo" ha detto Moller, che è anche il numero uno della Federcalcio danese. "Venerdì ci sarà un comitato esecutivo straordinario", ha aggiunto. Tra le semifinaliste di Champions League, quindi, resterebbe in corsa solo il Psg, che non ha aderito alla Superlega.