Sveglia il palazzo urlando: "C'è una bomba", ma era un incubo

·1 minuto per la lettura
REUTERS/Alberto Lingria
REUTERS/Alberto Lingria

Ha fatto un brutto sogno, così realistico che quando si è svegliata era convinta che fosse tutto vero. Una signora di Imola ha, quindi, chiamato i carabinieri urlando: "C'è una bomba in frigo". Poi è scappata in strada e ha svegliato gli altri abitanti del palazzo, urlando al citofono: "Scoppia scoppia".

Quando i carabinieri sono arrivati sul posto, hanno trovato la donna per strada circondata dai vicini che cercavano di tranquillizzarla e, intanto, chiedevano spiegazioni. In frigorifero, ovviamente, non c'era nessuna bomba inesplosa. 

Gli agenti hanno tranquillizzato tutti e chiamato un'ambulanza per la signora, che però si è rifiutata di farsi portare al pronto soccorso. La donna è stata denunciata per procurato allarme.

LEGGI ANCHE: Allarme bomba davanti al tribunale di Milano, ma l'ordigno era solo una pallina chiodata per tritare la marjiuana