Svizzera, Balotelli contro la Federcalcio Svizzera “Ingiusti, corrotti e incapaci”

Getty Images

Mario Balotelli tuona contro l’ASF dopo la gara terminata a reti bianche del suo Sion contro il Basilea. Balotelli, che in Svizzera stava vivendo un periodo di forma strepitoso con quattro reti segnate nelle ultime cinque partite, si è lasciato andare proprio nell’ultima gara, indirizzando un gestaccio verso i tifosi del Basilea. Gesto sfuggito al direttore di gara ma non alle telecamere, pertanto si prevede una maxi squalifica del calciatore. Gara, come detto, dagli animi accesi e direzione, secondo Balotelli, troppo accondiscendente nei confronti dei giocatori avversari, rei di colpirlo troppo duro nell’indifferenza della terna.

Così Balotelli ha sfogato la propria frustrazione in una story su Instagram: “Federazione svizzera, non so in che genere di mafia sei coinvolta, ma i giocatori come me non sono orgogliosi di giocare in una Lega nella quale ingiustizia, corruzione e incapacità regnano sovrane. Il calcio è un lavoro e dobbiamo prenderlo tutti seriamente, arbitri compresi. Non mi importa minimamente a cosa siete abituati; dovete cambiare registro e tutto il mondo deve vedere in che modo vergognoso si comporta questa Lega. Ho fatto un errore e lo pagherò. La Federazione ha fatto un errore? Dovrebbe pagare... L'arbitro ha commesso errori? Anche lui deve pagare!”.

Per questo tipo di gesti, la sanzione dovrebbe fermarsi alle due giornate di squalifica ma non è da escludere un ulteriore procedimento disciplinare proprio per il messaggio incriminato. Quella contro il Basilea, dunque, potrebbe essere l’ultima partita di Balotelli prima della sosta mondiale, anche se il nome di Super Mario è già accostato ad altre formazioni e potrebbe lasciare il campionato svizzero prima di aver scontato un’eventuale squalifica.