Svolta Napoli, il ritorno di Milik fa pensare Sarri: passa al 4-2-3-1?

Il pareggio contro il Sassuolo può seriamente cambiare il futuro del Napoli, ma la classifica non c'entra. L'ingresso di Milik, autore del pareggio, con il conseguente passaggio al 4-2-3-1nel finale di gara rischia di segnare infatti una vera  e propria svolta tattica soprattutto in vista della prossima stagione.

Difficile d'altronde immaginare che, una volta recuperata la migliore condizione dopo il grave infortunio subito lo scorso ottobre, Milik possa accontentarsi del ruolo di vice Mertens anche considerando il pesante investimento compiuto da De Laurentiis per strapparlo all'Ajax.

Ecco perchè magari in estate Sarri, fin qui fedelissimo del suo 4-3-3, potrebbe provare stabilmente la variante 4-2-3-1 già sperimentata in alcuni spezzoni di partita e che tanto bene ha portato alla Juventus in questa stagione.

L'idea insomma sarebbe quella di schierare contemporaneamente in campo i vari Hamsik, Mertens, Insigne, Callejon e Milik sfruttando al meglio l'immenso potenziale offesnivo del Napoli.

Napoli 4-2-3-1

Napoli che in panchina potrebbe sempre contare su alternative come Zielinski, Giaccherini e Pavoletti. Qualcosa in più che semplici riserve.

A fare le spese del possibile cambio di modulo sarebbero invece i centrocampisti dato che gli spazi per Allan e Rog si restringerebbero sensibilmente mentre Jorginho a quel punto diventerebbe solo l'alternativa a Hamsik.

Resta poi ovviamente da capire quanto Sarri sia realmente disposto a rivoluzionare un Napoli che in questi due anni, pur senza alzare al cielo neppure un trofeo, ha spesso convinto sul piano del gioco. Per farlo, ovviamente, non resta che attendere.

Usando Yahoo accetti che Yahoo e i suoi partners utilizzino cookies per fini di personalizzazione e altre finalità