Sykes vede Redding competitivo: "Ha tutto ciò di cui ha bisogno"

Juliane Ziegengeist

Scott Redding guiderà la Ducati Panigale V4 R nel Mondiale Superbike a partire dal 2020. Il britannico sostituirà Alvaro Bautista, grande dominatore all’esordio con la Rossa di Borgo Panigale nella prima parte di stagione ma autore di gravi errori nel finale.

Redding rafforzerà il team ufficiale insieme a Chaz Davies nel 2020 ed arriva al mondiale da campione BSB. Dopo i primi test invernali con la sua nuova squadra ad Aragon e Jerez, l’ex pilota MotoGP si è dimostrato competitivo da subito.

Tom Sykes, veterano del mondiale delle derivate di serie, dice la sua sull’arrivo del connazionale: “Va bene. Certo che è anche un pilota britannico. Penso che tutti sappiano che deve mettersi in mostra, perché è stato nel paddock della MotoGP per molto tempo. Ora è il campione BSB e nel mondiale Superbike guiderà una Ducati estremamente competitiva”.

Scorri per continuare con i contenuti
Annuncio

Tom Sykes glaubt, dass BMW von Eugene Lavertys Erfahrung profitieren kann

Tom Sykes glaubt, dass BMW von Eugene Lavertys Erfahrung profitieren kann <span class="copyright">LAT</span>
Tom Sykes glaubt, dass BMW von Eugene Lavertys Erfahrung profitieren kann LAT

LAT

Sykes, che sarà al suo secondo anno in BMW dopo essersi trasferito da Kawasaki nel 2020, prosegue: “Deve raggiungere risultati e penso che ne sia consapevole. Non so per quale motivo non dovrebbe funzionare. Ancora non si è mai mostrato realmente, solo nei test, ma penso che abbia tutte le carte in regola per essere competitivo”.

Anche la BMW, così come Ductai, avrà un nuovo ingresso dopo la separazione da Markus Reiterberger: Eugene Laverty rafforza il team al fianco di Sykes. Anche l’irlandese vanta alcuni anni di esperienza nel mondiale Superbike ed entrambi si sono scontrati in pista, duelli che Sykes ricorda con piacere: “C'è già una bella storia. Siamo stati competitivi in ​​passato. Ci conosciamo da molto tempo. Ha molta esperienza. Con un po' più di esperienza nel box, possiamo speriamo di intervenire ancora più velocemente nello sviluppo. Vedremo”.

Potrebbe interessarti anche...