Tabù San Siro per il Milan: solo 5 punti su 18 contro le squadre dalla nona posizione in giù

·1 minuto per la lettura

Con il pareggio 0-0 di ieri sera contro il Cagliari si complica tremendamente il cammino del Milan verso il ritorno in Champions che i rossoneri inseguono da anni. A 90 minuti dalla fine del campionato il Diavolo ha più il destino tra le proprie mani, ma non totalmente.

Ante Rebic | Jonathan Moscrop/Getty Images
Ante Rebic | Jonathan Moscrop/Getty Images

Per tornare nell'Europa che conta i rossoneri nell'ultima giornata devono per forza di cose battere l'Atalanta, un eventuale pareggio contro i nerazzurri non basterà se le concorrenti Juve e Napoli dovessero fare bottino pieno contro il Bologna e il Verona. Ma cos'ha portato il Milan a giocarsi tutto negli ultimi 90' della stagione quando i rossoneri per larghi tratti della stagione hanno avuto la situazione completamente sotto controllo?

Una possibile risposta può essere il magro e deludente bottino che il Diavolo ha raccolto nelle gare casalinghe contro le squadre che militano dalla nona posizione in giù: su 18 punti disponibili il Milan ne ha conquistati appena 5 ed ha di fatto gettato alle ortiche punti preziosi in ottica Champions. La cosa che fa ancora più specie è che con le stesse squadre i rossoneri fuori casa invece hanno conquistato 18 punti su 18.

Segui 90min su Telegram per rimanere aggiornato su tutte le ultime novità di Serie A.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli