TAG 2021, sport e danza sotto il segno dell’inclusione

Red
·3 minuto per la lettura
Image from askanews web site
Image from askanews web site

Roma, 12 mar. (askanews) - Sport e danza come strumento di inclusione sociale. Per andare oltre la disabilità, valorizzare le differenze etniche e culturali, sviluppare risorse personali, benessere, capacità di accoglienza e integrazione. Sarà questo il tema al centro dalla settima edizione di TAG, il tradizionale appuntamento rivolto al talento giovane organizzato da AIASC-Associazione Italiana Arte, Sport e Cultura in collaborazione con Double Studio e con il contributo della Regione Lazio che si terrà a Roma lunedì 15 marzo 2021.

L'evento di quest'anno si svolgerà in versione digitale. Inizialmente programmato come di consueto con pubblico ed ospiti presso l'Auditorium dell'Ara Pacis di Roma, le restrizioni legate alla pandemia da Covid-19 hanno costretto gli organizzatori a rivedere la sua formula più tradizionale: "TAG 2021 - Tocca ai Giovani" tratterà così il tema dell'inclusione in un viaggio itinerante, un contenitore di sei storie di sport raccontate dal giornalista Gianluca Meola con musiche e coreografie che accompagneranno le testimonianze di altrettanti protagonisti. L'evento sarà trasmesso in live streaming a reti social unificate sui canali delle associazioni coinvolte nel progetto.

Nato nel 2012, l'evento sui giovani ideato da Rosaria Melia ha attraversato numerosi settori come sport, moda, cinema, arte e danza, appuntamenti applauditi da migliaia di persone che hanno gremito negli anni i luoghi e le piazze più importanti della Capitale: "Con TAG 2021 abbiamo voluto dimostrare tutta la nostra resilienza. In questa edizione abbiamo scelto di raccontare l'inclusione attraverso lo sport e la danza, due mondi che conosciamo bene e che accompagnano il nostro evento da quasi 10 anni. Ma a causa del covid stavolta non ci è stato possibile farlo nel modo più tradizionale, in una sede con il pubblico: lo abbiamo così trasformato in un viaggio, raccontato le storie e raccolto le testimonianze di protagonisti che sono certa ci emozioneranno. La volontà è di fare di questo evento una nuova occasione di ripartenza, con i giovani sempre al centro delle nostre attività"

Catia Feroce, Presidente AIASC-Associazione Italiana Arte, Sport e Cultura: "Insieme a Rosaria Melia abbiamo deciso di non piegarci al Covid e di portare avanti l'evento in modalità digitale per mantenerlo in sicurezza, ripensandolo in esterni e in modo itinerante. Attraverso questa edizione digitale di TAG vogliamo trasferire il messaggio che lo sport può essere veicolo di inclusione e occasione di volontariato. E che anche a Roma e nel Lazio esistono tantissime realtà che, grazie al supporto di atleti normodotati, valorizzano quelli disabili, in tantissime discipline. Grazie alla Regione Lazio e a Roma Capitale per essere da sempre al nostro fianco".

Insieme alla Regione Lazio, che ha sostenuto l'iniziativa, anche Roma Capitale è da sempre al fianco del progetto: "Siamo soddisfatti che anche l'edizione 2021 di TAG si svolgerà - spiega la Consigliera di Roma Capitale Svetlana Celli - un'iniziativa importantissima per dare ai giovani la giusta valorizzazione soprattutto in questo momento difficile, per dare con forza lo stop ad ogni barriera e aprirsi all'inclusione costruendo un futuro accessibile a tutti. Un grande evento, che merita sicuramente un grande successo".