Tam Tam basket, i figli di immigrati esclusi dal campionato

webinfo@adnkronos.com

Porte chiuse nel campionato Eccellenza per la Tam Tam Basket. La squadra di Castel Volturno, formata interamente da giocatori figli di immigrati africani ma nati e cresciuti in Campania, chiedeva di essere iscritta al campionato Under 16 Eccellenza dopo aver vinto il torneo regionale. Ma in base al regolamento della Federazione italiana pallacanestro (Fip) non ci possono essere più di due stranieri per squadra e i giocatori della Tam Tam sono ancora privi della cittadinanza italiana.  

La norma alla base dell'esclusione è stata introdotta dalla Fip per contrastare il traffico di minori stranieri in ambito sportivo, alimentato da procuratori senza scrupoli. Dopo il 'no' della Fip, la Tam Tam Basket si è rivolta al Tar del Lazio ma il ricorso è stato respinto e l'esclusione confermata. Secondo i giudici del Tar "non sussistono i presupposti" per l'accoglimento del ricorso "non risultando allo stato preclusa alla società ricorrente la partecipazione, e con essa la pratica sportiva di tutti i minori stranieri non aventi la cittadinanza italiana, al diverso campionato Under 16 Gold in cui la società risulta essere regolarmente iscritta". Insomma, la squadra potrà continuare a competere solo all'interno della regione.  

Il caso sta già alimentando il dibattito politico. Secondo il deputato di Italia Viva Michele Anzaldi la decisione del Tar rappresenta "un drammatico passo indietro rispetto al governo di Renzi Gentiloni Lotti". Sempre secondo Anzaldi, "il governo Conte non ha fatto nulla per favorire la deroga. Brutta pagina per lo sport, l'integrazione e la politica". 

Scorri per continuare con i contenuti
Annuncio

Potrebbe interessarti anche...