Tamponi (rapidi) negativi per Barella, Sensi e Bastoni. Ora l'Inter attende i molecolari

Omar Abo Arab
·1 minuto per la lettura

L'ultima squadra ad essere stata colpita dal Coronavirus, prima della sosta per le gare delle nazionali (l'ultima per questa stagione), è stata l'Inter con 4 calciatori contagiati e un isolamento imposto dall'Asl che ha fatto saltare la gara con il Sassuolo, che verrà recuperata mercoledì 7 aprile. E la situazione, dopo che ieri sono emerse positività all'interno dello staff azzurro del CT Roberto Mancini, poteva anche peggiorare per i nerazzurri, visto che ieri in Lituania hanno giocato con la Nazionale Alessandro Bastoni, Niccolò Barella, e Stefano Sensi.

L'esultanza di Stefano Sensi | Claudio Villa/Getty Images
L'esultanza di Stefano Sensi | Claudio Villa/Getty Images

I primi tamponi svolti dai tre calciatori interisti hanno dato esito negativo, ma il problema è che non c'è l'assoluta certezza: sono stati usati quelli rapidi, con l'Inter che ora attende (con grossa ansia) i risultati dei test molecolari, quelli che rappresentano il golden standard per scovare il Covid. Gli esiti saranno resi noti domani, ma nel frattempo per Antonio Conte e il club c'è una buona notizia, dopo quella che ha riguardato Matias Vecino: Stefan de Vrij, infatti, è tornato negativo al Coronavirus e quindi si avvicina al rientro, al contrario dei suoi compagni Samir Handanovic e Danilo D'Ambrosio.

Segui 90min su Facebook, Instagram e Telegram per restare aggiornato sulle ultime news dal mondo dell'Inter e della Serie A.