Tare aggredito da un pitbull, morta la sua barboncina

webinfo@adnkronos.com (Web Info)
·1 minuto per la lettura

Disavventura per il ds della Lazio Igli Tare. Il dirigente biancoceleste è stato aggredito da un pitbull sfuggito al controllo dei padroni presso l’Olgiata, centro residenziale nel quale Tare vive insieme alla famiglia. Il dirigente passeggiava insieme ai suoi due cagnolini al guinzaglio quando il pitbull li ha aggrediti: l’assalto è stato fatale ad uno dei due cani di Tare, un piccolo barboncino. Il pitbull avrebbe scavalcato la recinzione e assalito entrambi i cani del dirigente laziale, ferendo a morte la piccola barboncina. Lo stesso Tare è stato ferito nel tentativo di respingere l'aggressione del cane.

Nel comunicato del Consorzio Olgiata si legge: “spiace molto dover portare a Vostra conoscenza in grave episodio avvenuto nella giornata di ieri. Un cane di razza pitbull, dopo aver presumibilmente scavalcato la recinzione di una villa, ha aggredito un consorziato che passeggiava con i suoi due cani, regolarmente tenuti al guinzaglio, purtroppo uccidendo un barboncino e ferendo l’altro cane. La Vigilanza, prontamente intervenuta sul posto, ha potuto solo limitare i danni, come da rapporto agli uffici. Il Consorziato riferisce che proporrà azione civile e penale per l’accaduto, ed il Consorzio si attiverà, a sua volta, presso ogni sede a tutela dell’intera comunità gravemente turbata da detto episodio, costituendosi anche parte civile nel procedimento penale”.

Il fatto ha sconvolto l'intera famiglia Tare, e il figlio Etienne, attaccante della primavera della Lazio, sui social ha salutato così la sua amica a quattro zampe: "Riposa in pace piccola, mi manchi tanto. Ti terrò sempre nel mio cuore".