Tare: "Un mese fa eravamo dei brocchi"

Sportal.it

Il direttore sportivo della Lazio Igli Tare rivendica con orgoglio quanto fatto dalla Lazio nel 2019: "Viviamo in una città dove serve poco per passare dalle stelle alle stalle. Ci manca equilibrio e dobbiamo essere bravi in questo: meno di un mese e mezzo fa eravamo tutti dei brocchi e dovevamo andare tutti a casa. Ma eravamo consapevoli della forza di questo gruppo, è stata la miglior preparazione da quando faccio questo mestiere. Ci serviva tempo, ci serviva la partita giusta, che è stata quella con l’Atalanta. Da lì non ci siamo più fermati. Peccato per l’Europa, siamo usciti più per colpe nostre. A me piace essere entusiasta, mi piace dire che non bisogna avere paura di lottare per lo scudetto. Però dobbiamo anche essere cauti: il cammino è lungo e le altre squadre sono costruite in modo diverso. Noi dobbiamo essere bravi nel rimanere coi piedi per terra".

La vittoria contro la Juve "non certifica niente. È una vittoria di campionato arrivata con lo spirito giusto. Mancava un po’ a questo gruppo, che finalmente l’ha trovato. È un gruppo che non nasce oggi, ma da un bel po’ di tempo. Ora ci sono le certezze, ci sono i risultati: non ci dobbiamo fermare e dobbiamo cercare di vincere contro la Juventus. Penso che ce la possiamo giocare alla pari contro di loro in Supercoppa", le parole riportate da Tuttomercatoweb.

Scorri per continuare con i contenuti
Annuncio

Potrebbe interessarti anche...