Tavecchio annuncia: "La Serie A può partire il 13 agosto"

I 20 club di Serie A non hanno raggiunto un accordo sul nome del nuovo presidente della Lega: l'elezione è stata dunque rinviata.

Tra le tante polemiche del calcio italiano, negli ultimi tempi, tra gare delle 12:30 e partite ravvicinate, si è parlato molto di calendari. C'è chi vorrebbe giocare negli ultimi giorni di dicembre, chi prima di Ferragosto. Questioni su cui la federazione sta valutando, anche in virtù della sfida decisiva tra Italia e Spagna, valida per la qualificazione a Russia 2018.

A margine della consegna della Panchina d'Oro, ne ha parlato proprio il numero uno federale, Carlo Tavecchio. Il presidente della FIGC si è detto possibilista ad una Serie A ai nastri di partenza prima del solito, senza però intaccare il 15 agosto.

"Giocare il 13 agosto è una possibilità, anche se il Ferragosto è sacrosanto per gli italiani e dunque va escluso" ha fatto sapere Tavecchio. "Cercheremo di trattare coi club di Serie A impegnati nei tour estivi per una soluzione di interesse generale. Dobbiamo pensare che la gara con la Spagna è determinante per la qualificazione, qualcuno deve fare i sacrifici".

L'ostacolo sono ovviamente le tante gare a cui parteciperanno le big di Serie A, in estate impegnate in match promozionali in giro per il mondo: essenziali per allargare la fetta dei tifosi lontano dall'Italia. Lo scorso anno campionato al via al 20 agosto, dunque si tenterà di far partire il tutto una settimana prima.

Intanto, al termine del consiglio federale, per la Serie A c'è lo spettro commissariamento: "E' un brutto giorno, negli annali della Federazione è difficile trovare l'assenza delle due leghe più importanti. Auspichiamo che questo termine del 18 possa concludersi positivamente. Serve un nuovo presidente o in alternativa almeno due consiglieri federali".

Da mesi il commissario tecnico della Nazionale, Giampiero Ventura spinge per un anticipo della Serie A, così da avere più tempo per preparare la sfida decisiva contro la Spagna, prevista il 2 settembre: sarà la Lega di A a prendere la decisione, in attesa che spunti un nuovo presidente o in alternativa il commissario federale.

Usando Yahoo accetti che Yahoo e i suoi partners utilizzino cookies per fini di personalizzazione e altre finalità