Tennis, Berrettini: calendario troppo fitto. Meglio stagione più corta

Image from askanews web site
Image from askanews web site

Bologna, 16 set. (askanews) - Quello tennistico "è un calendario molto fitto, forse troppo. Non so quanti sport ci sono in cui si gioca 11 mesi all'anno a questa intensità, con tutti i viaggi che facciamo. Credo che parte degli infortuni che subiamo derivino da questo". A dirlo è il tennista azzurro Matteo Berrettini, in conferenza stampa, dopo la vittoria su Sebastian Baez, nel match Italia-Argentina di Coppa Davis, a Bologna.

"Se cambierei qualcosa? Sì - risponde l'azzurro - per alzare la qualità del gioco e dei tornei, sarebbe meglio avere una stagione leggermente più corta e un tempo di recupero più lungo. L'anno scorso la finale di Davis è stata il 5 dicembre e siamo partiti per l'Australia 18 giorni dopo".

Tracciando il bilancio della sua stagione, e in vista delle Atp Finals a Torino, Berrettini osserva: "E' stata una stagione sfortunata per tantissimi motivi ma ci sono stati anche tanti risultati importanti, tanti bei momenti. È stata sfortunata perché ho avuto tanti stop and go - ha aggiunto - ma non sono deluso dai risultati, forse sono deluso dal fatto che non sono riuscito a dare tutto quello che avevo. Ma il tennis è così. E i momenti difficili mi hanno aiutato a giocare sempre meglio, come ho fatto oggi, qui a Bologna".