Theodoridis: "Juve in Superlega ma fuori dalla Champions? È possibile"

A Marca è intervenuto Theodore Theodoridis, segretario generale dell'Uefa sin dal 2016. Argomento? Chiaramente la (polemica) Superlega che vede ancora nei ranghi Juventus, Real Madrid e Barcellona, attualmente sotto procedimento Uefa e passibili di esclusione dalla Champions League.

Florentino Perez e, al centro, Andrea Agnelli | GERARD JULIEN/Getty Images
Florentino Perez e, al centro, Andrea Agnelli | GERARD JULIEN/Getty Images

"Real, Barça e Juve escluse dalla Champions? E' una possibilità. Se non rispettano le regole, possono essere escluse. Dipende da loro, va sottolineato che tutti gli altri club hanno accettato le regole - le parole di Theodoridis riportate da Calciomercato.com -. Mi piacerebbe chiarire qualcosa perché c'è stata un'errata interpretazione dei fatti. Ciò che accadrà non sarà una decisione personale e non avrà nulla a che fare con il Presidente dell'Uefa o il Comitato Esecutivo. Nell'Uefa abbiamo una chiara divisione dei poteri, con l'esecutivo e la direzione da un lato e gli organi giudiziari da un altro. Né io né il presidente possiamo intervenire sul lavoro degli organi giudiziari. Mi permetta di dire che i tre club menzionati sono tra i migliori al mondo: perché dovrei sperare che non competano? Però chiaro, per l'Uefa tutti i club sono uguali, difendiamo valori come il rispetto, il merito sportivo e l'uguaglianza di trattamento. Se hanno infranto le regole, devono andare incontro alle conseguenze che decideranno gli organi indipendenti".

Aleksander Ceferin, presidente Uefa | ROBIN VAN LONKHUIJSEN/Getty Images
Aleksander Ceferin, presidente Uefa | ROBIN VAN LONKHUIJSEN/Getty Images

La speranza delle tre "dissidenti" risiede nella sentenza del Tribunale di Madrid che aveva dato ragione ai club: "L'Uefa rispetta totalmente lo stato di diritto, ma non abbiamo ricevuto nessuna notifica formale in merito. Abbiamo un'equipe legale per le nostre decisioni, rispettare le leggi è nel nostro DNA. Guardi, gli ultimi anni hanno dimostrato che l'Uefa è stato un esempio molto positivo di organizzazione trasparente e democratica. A volte abbiamo vinto, altre abbiamo perso, ma rispettiamo il risultato. Superlega ancora con 12 club? Mi risulta impossibile commentare un contratto privato in cui l'Uefa non interviene. Ma ho capito che i 9 club che hanno ammesso l'errore hanno iniziato le procedure per liquidare la società".

Segui 90min su Instagram.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli