Tokyo 2020, accordo Cio-Pfizer per vaccinare gli atleti

·2 minuto per la lettura

Il vaccino Pfizer-Biontech sarà disponibile per gli atleti e le delegazioni di tutti i Paesi che partecipano alle Olimpiadi di Tokyo. Pfizer e BioNTech e il Comitato olimpico internazionale (Cio) hanno annunciato la firma di un Memorandum d'intesa per donare le dosi in vista dell'atteso evento sportivo che dovrebbe prendere il via il 23 luglio 2021. Nell'accordo è previsto che Pfizer e BioNTech si coordinino con i Comitati olimpici nazionali in tutto il mondo per aiutarli ad affrontare la necessità locale di dosi di vaccino per la partecipazione delle delegazioni nazionali ai Giochi.

La consegna delle dosi iniziali alle delegazioni partecipanti dovrebbe partire alla fine di maggio, ove possibile, per garantire che i partecipanti alle Olimpiadi ricevano le seconde dosi prima dell'arrivo a Tokyo. "I Comitati Olimpici Nazionali (Noc) lavoreranno con i loro governi locali per coordinare la distribuzione in conformità con le linee guida di vaccinazione di ogni paese e in conformità con le normative locali", afferma il Cio.

"Questa donazione del vaccino è un altro strumento nella nostra 'cassetta degli attrezzi' di misure per contribuire a rendere i Giochi Olimpici e Paralimpici di Tokyo 2020 sicuri e protetti per tutti i partecipanti, e per mostrare solidarietà ai nostri gentili ospiti giapponesi", ha detto il presidente del Cio Thomas Bach. “Stiamo invitando gli atleti e le delegazioni partecipanti ai prossimi Giochi Olimpici e Paralimpici a dare il buon esempio e ad accettare il vaccino dove e quando possibile. Prendendo il vaccino, possono inviare un messaggio potente che la vaccinazione non riguarda solo la salute personale, ma anche la solidarietà e la considerazione del benessere degli altri nelle loro comunità. Vorremmo ringraziare Pfizer e BioNTech per questa donazione molto generosa a sostegno della vaccinazione di atleti e partecipanti ai Giochi in vista dei Giochi Olimpici e Paralimpici di Tokyo 2020", ha aggiunto Bach.