Tokyo 2020, Pellegrini: “Lascerò una squadra fortissima”

·1 minuto per la lettura
Image from askanews web site
Image from askanews web site

Roma, 31 lug. (askanews) - Una magnifica staffetta 4x100 mista mixed sfiora il colpaccio; porta il limite italiano sul 3'39''28 e resta fuori dal podio per trentatre centesimi.

"Nessuno si aspettava di nuotare in questa maniera. La prima frazione di Thomas è stata eccezionale e c'ha trascinato. Più di questo non potevamo dare: abbiamo dato tutto, meglio di così era difficile. E' una staffetta nuova che può solo crescere", dichiara Martinenghi (CC Aniene) bronzo nei 100 rana.

"Non mi aspettavo questo tempo. Mi accontentavo di nuotare 52''4 - prosegue Ceccon, tesserato per Fiamme Oro e Leosport, argento con la 4x100 stile libero - Quando mi sono visto vicino al cinese Xu e al campione olimpico (Rylov ndr), mi sono detto che stavo andando forte. Il passaggio è stato simile a quello della gara individuale". "Abbiamo tutti e quattro lo stesso pensiero. Non pensavamo di arrivare a un passo dal podio. Siamo veramente contenti del record italiano: meglio di così c'era solo la medaglia" continua l'esuberante del gruppo Di Liddo (Carabinieri/CC Aniene).

Chiusura, di diritto, per la vincitrice di tutto Federica Pellegrini (CC Aniene): "Più di così non potevamo fare. Tre decimi da fuori possono sembrare tanti, ma in acqua è un ciclo di bracciata: mancava un po'. E' stata una bella staffetta: Thomas c'ha trascinato. Ci abbiamo provato fino all'ultimo. Questa staffetta crescerà molto a livello di qualità, molte nazioni non l'hanno preparata al meglio. All'inizio la mista mixed non mi piaceva, ero conservatrice; poi si è rivelata inaspettata, molto bella".

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli