A Tokyo Quadarella e Testa di bronzo. Deludono judo e tiro a volo

·2 minuto per la lettura

AGI - Il super sabato ai Giochi Olimpici si è aperto con due medaglia di bronzo per l'Italia. Dopo la delusione dei 1.500, Simona Quadarella ha saputo trovare le energie fisiche e soprattutto mentali per reagire e conquistare in rimonta il terzo posto negli 800 dominati, come da pronostico, dall'americana Kathleen Ledecky davanti alla sorprendente australiana Titmus. Nella boxe, invece, Irma Testa conquista il terzo posto nella boxe dopo aver sfiorato la finale.

"Dovevo tornare a casa con il sorriso, dovevo prendere questa medaglia e ce l'ho fatta - ha raccontato una felicissima Simona Quadarella - Ci ho messo cuore e anima, ma ho anche fatto una gara con la testa. Ho visto la gara di Paltrinieri e mi ha messo i brividi. 'Se ce l'ha fatta Greg con la mononucleosi - ho pensato - ce la posso fare anche io con la gastroenterite. Questo bronzo vale più di qualsiasi altra cosa, dopo tanti anni di lavoro".

Nella penultima giornata di gare all'Acquatics Centre è arrivato anche il quarto posto della staffetta mista mixed e la qualificazione di Lorenzo Zazzeri alla finale dei 50 stile con il 7 tempo. Domani le ultime speranze azzurre nel nuoto con Paltrinieri nei 1.500 e le staffette 4x100. È cominciata bene l'avventura delle ragazze della sciabola nella gara a squadre: nei quarti Gregoria, Vecchi e Criscio hanno battuto 45-41 guadagnandosi la sfida la Francia. Bene anche Mauro Nespoli nella gara individuale dell'arco: l'azzurro ha sconfitto 6-0 il brasiliano Almeida qualificandosi per i quarti di finale.

Subito eliminata, invece, l'Italia di judo nella gara mista a squadre, sconfitta 4-3 da Israele.

Ancora deludente la portabandiera Jessica Rossi, che nel mixed team del trap colpisce soltanto 67 piattelli su 75 condannando l'Italia al 12 posto (un ottimo 74/75 invece per De Filippis). La finale per l'oro vedrà di fronte la Spagna e il sorprendente San Marino, altra medaglia sicura che porta a due il totale. Nell'atletica grande risultato per Daisy Osakue: con 63,66 l'azzurra ha eguagliato il record italiano italiano di lancio del disco qualificandosi per la finale con la quinta misura. Passano in semifinale Luminosa Bogliolo nei 100 ostacoli, Linda Olivieri e Yadisleidis Pedroso nei 400 ostacoli. 

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli