Tokyo2020, Pellegrini: “Sono serena e ora inizia il dopo”

·2 minuto per la lettura
Image from askanews web site
Image from askanews web site

Roma, 1 ago. (askanews) - Federica Pellegrini conclude la sua epopea con un oro a Pechino 2008, un argento ad Atene 2004, un quarto posto a Rio, un 5° posto a Londra e un 7° a Tokyo a livello individuale, oltre al quarto posto di ieri nella staffetta a simboleggiare tutte le staffette che ha aiutato e portato in finale in questo 17 anni. Dopo la sua ultima fatica olimpica, la Pellegrini dice in tv: "Ci siamo? Devo dire che è stata una settimana lunga, piena di emozioni, la staffetta mista donne è bella, abbiamo peggiorato rispetto a ieri ma nelle staffette bisogna essere in linea tutte quante e l'abbiamo visto che non basta. Lo abbiamo visto nella mista mista, dove abbiamo azzeccato tutta la gara tutti e quattro al centesimo, ma siamo rimasti giù dal podio per tre decimi. Sono le Olimpiadi, quindi penso in generale che le staffette femminili possano crescere. Come mi sento? Magari sono ancora in gioco e devo metabolizzare tutto a bocce ferme. Però sono molto contenta della decisione che ho preso, sentivo che era il momento giusto e sono serena di quello che mi aspetta dopo. Anzi non vedo l'ora che inizi il dopo, sono serena sicuramente arriverà la malinconia. Ci sta. Rimarrò in acqua si spera fino a novembre con la ISL, sono gare diverse, è logico ma il contatto con l'acqua ci sarà ancora per qualche mese. Quando finiranno i Giochi sarò serena. Grazie mille per questi anni incredibili, un'altalena di emozioni, alti e bassi, anche molto sofferenti. Per chi volesse ci vediamo a Napoli ma in qualche modo resteremo in contatto". La Panziera commenta così: "Ce l'abbiamo messa tutta, con il tempo di ieri avremmo fatto lo stesso risultato. Ho fatto mezzo secondo meno, però la condizione non è al top. Sono contenta di aver limato qualcosa". La Carraro si mostra "positiva. Sono riuscita a portare a termine le mie gare. Siamo rimaste concentrate sui nostri obiettivi. Siamo cresciute rispetto a Rio. Siamo soddisfatte. Volevamo fare meglio oggi". "Poi cerca di stemperare l'emozione dell'addio: "Fede, perdonaci! Non avrò più la mia compagna di stanza. Cercasi compagna di stanza". La Di Liddo ammette: "Cercasi staffettista veloce. Alla fine è finita così, per il podio sapevamo che sarebbe stato difficile. Abbiamo fatto la finale olimpica. Penso che potrei rifare le gare individuali ora che ho preso il ritmo. Sarà una stagione impegnativa la prossima, con quattro grandi eventi, ci divertiremo anche l'anno prossimo". Purtroppo senza Federica Pellegrini.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli