Tomori, la vittoria di Maldini: ora è uno dei migliori al mondo. E i tifosi del Chelsea lo rimpiangono

  • Ops!
    Si è verificato un errore.
    Riprova più tardi.
  • Ops!
    Si è verificato un errore.
    Riprova più tardi.
·2 minuto per la lettura
In questo articolo:
  • Ops!
    Si è verificato un errore.
    Riprova più tardi.
  • Ops!
    Si è verificato un errore.
    Riprova più tardi.

Granitico. E' l'aggettivo giusto per descrivere Fikayo Tomori, autore di un inizio di stagione d'applausi. Un valore aggiunto, una certezza di un Milan ambizioso, tornato a lottare per traguardi fino all'anno scorso inimmaginabili. Arrivato dal Chelsea lo scorso gennaio per essere un'alternativa alla coppia Romagnoli-Kjaer, in pochi mesi ha cambiato le gerarchie, diventando un titolare. Il Milan lo teneva d'occhio da un po', a inizio anno ha tenuto in caldo ​Mohamed Simakan dello Strasburgo, ma appena c'è stata la possibilità di arrivare al centrale del Chelsea Maldini e Massara non ci hanno pensato due volte. L'hanno portato a Milano in prestito, strappando il diritto di riscatto, diventato un acquisto a titolo definitivo a giugno, in cambio di 29 milioni di euro.

CHE CRESCITA - Molti, ma assolutamente giustificati per un difensore moderno, tecnico, solido e rapido, intelligente nelle letture e pulito negli interventi. Lo dicono anche i numeri: quella contro l'Atalanta è stata la prima ammonizione ricevuta in 31 partite con la maglia rossonera. Di lui si è accorto anche il commissario tecnico dell'Inghilterra Gareth Southgate, che l'ha chiamato dopo due anni e l'ha inserito nell'elenco dei convocati per le prossime due partite di qualificazione ai Mondiali di Qatar 2022 contro Andorra e Ungheria: "​Sono impressionato dal modo in cui Fikayo ha concluso la scorsa stagione e iniziato quella in corso. Sa giocare sotto pressione, mi piace il suo modo di difendere aggressivo e la sua gestione del pallone".

RIMPIANTO -Per i tifosi del Milan è un idolo, tanto che qualcuno lo vede come prossimo capitano, per i supporters del Chelsea è un rimpianto. Sono in molti ad aver criticato la società sui social per aver lasciato partire un titolare, uno dei migliori difensori in circolazione, per di più a prezzo di saldo. 29 milioni, un investimento importante, ma che con il passare dei mesi per il Milan sta diventando un affare.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli